Contro i superbatteri acqua e sapone

Nell’era dei superbug o super-batteri resistenti a ogni tipo di antibiotici (MRSA), gli esperti consigliano semplicemente di lavarsi le mani bene con sapone e acqua. Lo Stafilococco aures resistente alla meticilina, individuato per così dire nel 1960, se entra in circolo può portare alla morte proprio a causa della sua resistenza ai farmaci. In ogni caso i medici affermano che per le persone in salute non devono spaventarsi se vengono seguite le normali pratiche igieniche. Il centro per il controllo e la prevenzione delle malattie riporta che le infezioni da Stafilococco Aures occorrono più frequentemente in persone con un sistema immunitario indebolito e che vengono a contatto con la pelle col batterio da soggetti già  colpiti (ascesso) o con oggetti contaminati. [via pittsburghlive]

Articoli correlati

Una risposta a “Contro i superbatteri acqua e sapone”

  1. Toul, contro le infezioni in sala operatoria - BioBlog scrive:

    […] intervento chirurgico. Migliaia di persone potrebbero ancora essere vive se i germi resistenti come Stafilococco aureus, pneumococco o clostridium difficilis fossero combattuti in modo più […]