Intervento chirurgico a gravità  zero

Lo Stanford Research Institute (SRI), un centro di ricerca indipendente no-profit, ha annunciato il primo intervento chirurgico condotto da robot in assenza di gravità  (gravità  zero). Ovviamente al momento si tratta solo di una dimostrazione effettuata a bordo di uno speciale aereo in grado di praticare il volo parabolico che consente una gravità  zero per circa 25 secondi. Il software sviluppato dal centro riesce inoltre a tener conto e a compensare gli errori dovuti alle turbolenze e ai vuoti d’aria, anche se allo stato attuale può solo incidere la cute e successivamente suturare la ferita. Questa tecnologia in futuro potrà  essere applicata nei mezzi di soccorso in movimento per intervenire immediatamente nei casi gravi in telerobotica (robot comandato a distanza), anche in procedure delicate come le suture cardiache.

Articoli correlati

Spiacente, non è possibile commentare.