Insulina da pianta OGM

L’insulina oggi è prodotta con dei batteri (Escherichia Coli) geneticamente modificati, ma grazie ad una nuova tecnica introdotta da un’azienda canadese che impiega i semi di cartamo (noto anche come zafferano finto) si riesce a produrre insulina in quantità  maggiore e a costi ridotti. Il procedimento è abbastanza simile a quello precedentemente usato: il DNA vegetale viene modificato aggiungendo un gene umano per produrre l’ormone fondamentale per la sopravvivenza di molte persone. Infine, i semi del cartamo vengono “spremuti” come fossero olive. Lo studio di nuove procedure per la produzione di insulina sta diventando un ambito di ricerca per molte case farmaceutiche vista la diffusione e la crescita esponenziale del diabete nel mondo considerato non a caso la malattia del benessere. A onor del vero è bene dire che questa definizione è vera solo in parte perché è stata ampiamente dimostrata l’influenza genetica sulla patologia.

Articoli correlati

Una risposta a “Insulina da pianta OGM”

  1. Francesco scrive:

    A proposito dell’articolo Insulina da pianta OGM sarebbe bene segnalare la fonte da dove è stata attinta e possibilmente le fonti bibliografiche se si tratta di un articolo scientifico.