L’analisi del capello rileva disturbi alimentari

Gli scienziati della Brigham Young University hanno sviluppato un test per una diagnosi rapida di disturbi alimentari come aoressia e bulimia analizzando solamente qualche capello dei pazienti. Questo test ha lo scopo di individuare le malattie alimentari spesso nascoste e quindi non curate che colpiscono molte persone. La ricerca ha coinvolto 20 donne con anoressia/bulimia diagnosticate e 23 donne sane senza disturbi alimentari a cui sono stati prelevati 5 capelli ciascuna. Gli studiosi hanno poi analizzato la concentrazione di azoto e carbonio dei capelli, parametri che riflettono la dieta praticata. Il test si è così rivelato efficace nell’80% dei casi. La prova ha ancora bisogno di un certo raffinamento ad esempio per tener conto delle diverse diete e cibi consumati nel Mondo.

[via WebMD]

Spiacente, non è possibile commentare.