Contraccettivi

Pillola del dopodomani

martedì 15 settembre 2009 di Alessandro Aquino

pillola

E dopo la pillola del giorno dopo, ecco quella di “dopodomani”. Un nuovo contraccettivo, chiamato EllaOne, è in arrivo sugli scaffali delle farmacie francesi. Funziona con lo stesso principio della “pillola del giorno dopo”, ma potrà essere utilizzata fino a cinque giorni dopo il rapporto considerato “a rischio”. L’efficacia è altissima: oltre il 95%, spiega l’azienda che l’ha creata, HRA Pharma: delle 1.241 donne che hanno preso parte allo studio principale, solo 26 (il 2,1%) è rimasto incinta.

La commercializzazione della pillola è stata autorizzata una prima volta dall’Europa a maggio, ma aspetta l’ultimo “semaforo verde” dall’Agenzia Europea del Farmaco il 24 di settembre prossimo. Subito dopo la commercializzazione in Francia, il medicinale dovrebbe sbarcare in Germania e Gran Bretagna. In Francia sarà in vendita su prescrizione medica. Non è ancora stato comunicato il prezzo, che sarà però più alto di quello della pillola del giorno dopo. Pochissimi gli effetti collaterali registrati: dolori addominali e irregolarità nel ciclo mestruale.

L’efficacia del levonorgestrel (norlevo), ovvero il principio della pillola del giorno dopo, è paragonabile a quella del nuovo farmaco entro le prime 24 ore successive al rapporto: ma scende al 60% tra le 48 e le 72 ore. Dopo il terzo giorno, l’efficacia è pressoché nulla. La differenza è nelle modalità di funzionamento: la nuova pillola è infatti un modulatore specifico dei recettori del progesterone: blocca l’ovulazione, ma per un tempo più lungo della pillola del giorno dopo. Alcune associazioni cattoliche, scrive il giornale Le Figaro, hanno protestato contro la commercializzazione della pillola, messa a confronto con la RU486, o pillola abortiva.



Tag: , , , , ,

Akuel Blues Sweet Years, il preservativo dei giovani

martedì 12 maggio 2009 di Federico Illesi

profilattico vieriIeri è stato presentato il preservativo Akuel Blues Sweet Years limited edition, un condom griffato a edizione limitata per la gioia dei maschietti che amano il glamour anche sotto le lenzuola.

Da metà maggio, e solo per pochi mesi, il modello di preservativi “Blues” sarà venduto nelle farmacie italiane all’interno di una confezione studiata ad hoc, con  l’inconfondibile cuore rosso di Sweet Years, di Christian “Bobo” Vieri. Chissà se il calciatore ha preso spunto dai profilattici con la foto del suo collega Beckham, che in Cina hanno riscosso un grandissimo successo.

Per l’occasione il noto marchio devolverà parte degli introiti ai Pionieri, i giovani di Croce Rossa Italiana impegnati già da qualche anno nelle scuole medie, superiori e nelle università in attività di informazione, educazione sessuale e sensibilizzazione per la prevenzione dalle malattie sessualmente trasmissibili.

Elena Avanzi, marketing e communication manager di Ansell Healthcare, ha spiegato: “L’obiettivo di Akuel è diventare un brand amico dei giovani. Il messaggio da trasmettere è che il sesso è amore, passione e divertimento e l’uso del preservativo permette di viverlo con maggiore serenità e sicurezza”.

[via blogosfere]



Tag: , , , ,

Preservativo femminile

lunedì 16 marzo 2009 di Federico Illesi

preservativo femminile

La FDA americana ha da poco approvato il nuovo preservativo femminile, chiamato FC2 female condom, prodotto dalla Female Health Company (Chicago).
Il preservativo femminile è realizzato in nitrile, componente sintetico della gomma, e promette ottime qualità rispetto ai precedenti profilattici.

FC1, ovvero la prima generazione di preservativi femminili, era stato incluso dalla Organizzazione Mondiale della Sanità (WHO, World Health Organization) nella lista dei prodotti essenziali distribuiti nelle missioni dalle Nazioni Unite. Dalla sua approvazione ben 165 milioni di preservativi sono stati distribuiti in 142 Stati.

[Continua a leggere »]



Tag: , , , , ,

Yaz, la nuova pillola contraccettiva in arrivo dall’America

lunedì 26 gennaio 2009 di Valeria Gatopoulos

yaz contracettivo

Sarà disponibile in Italia a partire dal mese prossimo e si pensa che dopo il solito scetticismo iniziale la nuova pillola verrà benevolmente accolta! La pillola già in uso in America è stata presentata ad un congresso a Berlino, cui hanno preso parte numerosi medici provenienti da diverse nazioni.
Yaz, questo è il nome della pillola, è a base di drospirenone, un ormone appartenente alla famiglia degli ormoni progestinici, la novità è che questo ormone però riesce ad evitare la fastidiosa ritenzione idrica e udite udite contrasta gli sbalzi umurali tipici della sindrome premestruale.

[Continua a leggere »]



Tag: , , , , ,

La contraccezione vista dal maschio

lunedì 12 gennaio 2009 di Alessandro Aquino


Il maschio italiano, secondo un’indagine recentissima e trasversale da Nord a Sud, tra generazioni diverse (18-54 anni) e mestieri variegati, dimostrerebbe ancora una palpabile assenza di pragmatismo. Intervistati sulla loro “prima volta’” solo il 5 per cento dichiara di aver intavolato il dialogo contraccettivo con la partner di quel momento: gli altri ne hanno piuttosto parlato con gli amici (59%).

Ben il 91% dei mille intervistati, invece, ammette di sapere tutto sulla pillola del giorno dopo, quella di emergenza. Affrontare spesso, o qualche volta, il tema contraccezione è più frequente tra i giovani (18-24 anni) soprattutto se studenti. Un’attenzione verso la vita di coppia che però va a picco dai 25 anni in poi e spingendosi a Sud.

Sorprendente emerge, in questo quadro, la conoscenza che un terzo dei mille intervistati dimostra di avere verso il cerotto ormonale. “È un metodo ben visibile e, conoscendone l’efficacia, pari a quella della pillola, e la sicurezza (azione mantenuta anche in caso di vomito o diarrea, copertura assicurata per 48 ore anche in caso di ritardo nel ricambio), l’uomo ne percepisce il valore aggiunto”, riassume la ginecologa e sessuologa Alessandra Graziottin. Ancora: una ricerca di 5 centri italiani (su Nutrition Journal), dimostra che il cerotto contraccettivo non influisce sul peso della donna che ne fa uso.



Tag: , ,

Love Condom: 3 preservativi a 0,50

mercoledì 8 ottobre 2008 di Giusva Iannitelli

Simpatica campagna costruita dalla Troy, un’agency belga, che mette in risalto la linea Love Condoms, una confezione di profilattici a basso costo.

Infatti, nella mini-confezione sono disponibili tre preservativi ad un costo consigliato di 50€cent (anche se è possibile trovarli a meno).
Un pene in primo piano e alcune battute che rendono il contesto simpatico: “ho finalmente scoperto un buon antivirus. Bill”, “Con tutti questi soldati intorno a te è meglio stare protetti. Arnold”, e così via.

Imperdibili, soprattutto perché si fa uscire il concetto di profilattico dal solito tabù e si mostra addirittura indossato, senza creare troppo scalpore.

[via adsoftheworld | advertolog]



Tag: , , , , , ,

Vaccino HIV-1 TAT: intervista alla Dr. Barbara Ensoli

martedì 5 agosto 2008 di Federico Illesi

Vaccino aids tat

Intervista di Federico Illesi alla Dottoressa Barbara Ensoli, direttrice del Centro Nazionale Aids all’Istituto Superiore di Sanità, per approfondire il tema dell’Aids e il vaccino HIV-1 TAT attualmente in fase II di sperimentazione.

L’unica vera precauzione contro l’Aids, ma in generale contro le malattie sessualmente trasmissibili, rimane il preservativo: si fa abbastanza informazione secondo lei?

Le campagne informative sono sicuramente uno strumento fondamentale per la comprensione e la prevenzione dell’infezione da HIV; negli ultimi anni si è assistito a una progressiva perdita della percezione del rischio connesso all’infezione da HIV e alle malattie sessualmente trasmesse in concomitanza della riduzione di campagne informative specifiche.
Sicuramente, quindi, non bisogna sottovalutare questo aspetto e bisogna fare in modo, soprattutto per le popolazioni più giovani, che vengano sviluppate strategie di comunicazione adeguata, utilizzando anche veicoli oggi più attuali: penso non solo alla televisione ed ai mezzi di comunicazione tradizionali, ma anche ad internet, blog, ecc. La Commissione Nazionale AIDS ha infatti predisposto un piano già in parte attuato attraverso uno spot televisivo a che vedrà compimento nel prossimo futuro, con interventi mirati.

[Continua a leggere »]



Tag: , , , , , , , ,

AIDS: curare tutti entro il 2010

lunedì 4 agosto 2008 di Giusva Iannitelli

logo aids hivPortare cure efficaci per l’HIV ovunque entro il 2010: questo il messaggio che si leva unanime da Città del Messico, luogo scelto perla conferenza mondiale sull’AIDS e che ha riunito oltre 25000 persone, tra esperti e attivisti, che insieme stanno cercando una soluzione non solo per combattere alla radice questa malattia, ma soprattutto per portare medicinali antivirali e il concetto di prevenzione.

Nel mondo si contano circa 33 milioni tra adulti e bambini colpiti da HIV, con una leggerissima flessione dal 2001 al 2007 di nuovi casi (passati infatti da 3 milioni per anno a 2.7 milioni): tuttavia stiamo parlando ancora di numeri estremamente elevati, che dovrebbero far preoccupare.

Gli esperti dell’Unaids, Nazioni Unite per la lotta all’AIDS, parlano proprio di stabilizzazione dell’epidemia, ma la conta lascia davvero sbalorditi: 22 milioni di infetti in Africa sub-sahariana, 4.2 milioni nel sud-est asiatico e in Asia meridionale, 1.7 milioni in America Latina, 1.5 milioni in Europa dell’est e Asia centrale, 1.2 miloioni in nord America, 740.000 in Asia orientale, 380.000 in Medio Oriente e Nord Africa, 230.000 ai Caraibi, 74.000 in Oceania e 730.000 in Europa occidentale.

Tanti, troppi forse. L’unica cosa che commenta questi numeri non è un discorso retorico sull’attenzione, ma un’unica parola: prevenzione, sempre e comunque, tramite l’uso di preservativi.

[via repubblica]



Tag: , , , , ,

Preservativo a spirale e altre idee per chi ha difficoltà motorie

giovedì 19 giugno 2008 di Federico Illesi

scatola preservativi spiro condom

Dolori articolari, mani e piedi deformati, edemi, la camminata che si fa incerta e le cose più semplici come prendere un bicchier d’acqua che diventano montagne da scalare. I 20 milioni di malati di artrite reumatoide nel mondo (350.000 solo in Italia) affrontano ogni giorno mille difficoltà nelle più semplici azioni quotidiane, dall’infilarsi le calze a raccogliere un oggetto per terra.

Oggi un progetto internazionale di design offre a questi pazienti una serie di oggetti che potrebbero agevolarli, presentati in anteprima al congresso Eular sulle malattie reumatiche a Parigi.

[Continua a leggere »]



Tag: , , , , , ,

Profilattico antico

lunedì 9 giugno 2008 di Federico Illesi

profilattico antico preservativo

Quello che vedete in foto è il più antico profilattico esistente al Mondo ed è conservato in un museo austriaco.

Il profilattico riutilizzabile risale al 1640 ed si è conservato perfettamente come il foglietto illustrativo: un piccolo manuale scritto in latino. Tra le varie istruzioni si legge di immergere il profilattico nel latte caldo prima di avere un rapporto sessuale; chissà se funzionava veramente…

Insomma si tratta di un vero e proprio reperto storico, scoperto a Lund (Svezia), realizzato con parte di intestino di un maiale, disponibile pressp il Tirolean County Museum in Austria.



Tag: , ,