Chirurgia estetica

58° Congresso SICPRE – Società Italiana di Chirurgia Plastica Ricostruttiva ed Estetica

giovedì 1 ottobre 2009 di Federico Illesi

sicpre

È l’appuntamento del “Gotha” della chirurgia plastica italiana.
Nell’anno in cui il settore è in totale controtendenza rispetto alla crisi economica mondiale, il trend positivo ha dato enorme impulso alla ricerca di nuove tecniche che secondo le richieste di specialisti e pazienti devono essere efficaci ma soprattutto sicure.
Presentate oggi, primo ottobre, a Milano le più recenti novità del settore.

Per ciò che riguarda l’estetica del viso, l’attenzione sarà dedicata alle nuove acquisizioni del “gel piastrinico”, un emocomponente con elevate concentrazioni di piastrine che è in grado di liberare numerosi fattori di crescita ed essere impiegato quindi nei processi di guarigione, riparazione e rigenerazione dei principali tessuti.
Per restituire a pazienti oncologici o traumatizzati un aspetto gradevole, invece, vengono in aiuto le più recenti tecniche di “allotrapianto”, grazie alle quali la magnifica mimica di un viso può essere recuperata attraverso le più raffinate tecniche di microchirurgia del volto.

[Continua a leggere »]



Tag: , , , ,

Elisir di giovinezza

sabato 10 gennaio 2009 di Valeria Gatopoulos

fibroblasti esteticaUn’altra sorpresa in arrivo per quel che riguarda le enormi abilità delle cellule delle pelle. I fibroblasti, che avevamo già menzionato perché capaci, uniti ad un oocita, di generare una cellula staminale, adesso assicurano lunga vita ad una pelle giovane e perfetta.
Addio al vecchio bisturi e alle fastidiose iniezioni di botulino, da oggi è possibile congelare le proprie cellule della pelle prima dei trent’anni.

Il meccanismo di conservazione consiste nel prelevare un pezzetto di pelle dietro l’orecchio, di trattarlo in laboratorio estraendo i fibroblasti destinati al congelamento.
Negli under-trenta infatti, la produzione di collagene è abbastaza accellerata e ciò favorisce una rigenerazione veloce della pelle.

[Continua a leggere »]



Tag: , , , ,

Viaggiare per ritoccare, le nuove frontiere della chirurgia turistica

lunedì 5 gennaio 2009 di Valeria Gatopoulos

chirurgia esteticaIn Italia i costi della chirurgia estetica sono piuttosto elevati e sempre più persone ricorrono ad un viaggio all’estero per sottoporsi ad interventi che in Italia sarebbero costati troppo.

Si parte come se si stesse andando in vacanza, si acquista un pacchetto low cost dove è compreso il soggiorno in hotel e il trattamento chirurgico, un buon modo per conciliare l’utile al dilettevole. Ogni nazione si è infatti specializzata su un particolare ritocco. Gli italiani preferiscono la Tunisia più vicina e abbastanza soddisfacente. Da un minimo di 3000 euro per la blefaroplastica ad un massimo di 15000 euro per un Lifting cervico facciale, compresi viaggio, alloggio, vitto, intervento. Basta pensare che in Italia rifarsi il naso può costare in un ospedale pubblico anche 3000 euro.

[Continua a leggere »]



Tag: , , ,

A Mi manda RaiTre il caso del dottor Furio Ferrari

venerdì 21 novembre 2008 di Federico Illesi

banner sito estetica

A Mi manda RaiTre un caso che non passa inosservato: diverse donne si dichiarano “rovinate” dallo stesso chirurgo estetico, il dottor Furio Ferrari.

Le storie raccontate in trasmissione sono tutte accomunate dall’uso di un prodotto importato dallo stesso medico dalla Cina, senza alcun permesso – stando alle testimonianze. Il prodotto iniettato nelle pazienti avrebbe causato -secondo quanto riferito- infezioni che hanno provocato danni anche gravi alla salute, oltre che importanti conseguenze estetiche e psicologiche.
Chiaro comunque che non è un programma tv la discriminante, ma sarà il tribunale a stabilire, in via definitiva, chi e se ha sbagliato.

[Continua a leggere »]



Tag: ,

Congresso Sammarinese di Chirurgia Plastica, Dermatologia e Medicina Estetica

venerdì 14 novembre 2008 di Federico Illesi

master estetica

Lo scorso fine settimana ci siamo recati in visita ai laboratori della Bioscience Institute, una delle cell factory più importanti in Europa dedicate alla crioconservazione autologa di cellule staminali provenienti dal cordone ombelicale.

Motivo di questa visita era, tra le altre cose, quella di partecipare ad un interessante congresso di Chirurgia Plastica, Dermatologia e Medicina Estetica organizzato dal dipartimento di studi biometici dell’Università di San Marino e proprio dal Bioscience Institute.

[Continua a leggere »]



Tag: , , ,

Insorb, la cucitrice cutanea

lunedì 20 ottobre 2008 di Federico Illesi

insorb sutura ferita

La FDA ha approvato un dispositivo, chiamato INSORB, per suturare le ferite cutanee.

La cucitrice cutanea, se così si può chiamare, è stata realizzata dalla Columbia University Medical Center, New York, ed è stata utilizzata per circa un anno.
L’uso di questa cucitrice ha fornito dati significativi che dimostrano che il dispositivo funziona bene e garantisce un buon risultato dal punto di vista estetico. Inoltre, si è visto che è in grado di far risparmiare tempo e costi in sala operatoria, aumentando la sicurezza per i pazienti.

[Continua a leggere »]



Tag: , , , , ,

La chirurgia estetica passa per le staminali

sabato 27 settembre 2008 di Giusva Iannitelli

fibroblasti cellule staminali esteticaUn’innovativa tecnica per il ringiovanimento cutaneo, mutuata dall’ingegneria dei tessuti, è stata presentata oggi al 57° Congresso Nazionale di Chirurgia Plastica, Ricostruttiva ed Estetica in corso a Napoli.

La nuova frontiera della medicina estetica, messa a punto da Bioscience Institute, in collaborazione con importanti centri di ricerca universitari italiani, consiste nel crioconservare le cellule della propria pelle, quando sono ancora giovani e attive, per poterle utilizzare alla comparsa dei primi segni di invecchiamento.
Lo studio clinico, condotto dal gruppo di ricerca del dermatologo Roberta Lovreglio, ha dimostrato la validità dell’utilizzo di fibroblasti autologhi crioconservati. Esami istologici effettuati sui pazienti trattati hanno, infatti, confermato l’effettivo ringiovanimento cutaneo. Un ulteriore importante risultato scientifico conseguito dal Bioscience Institute, il polo biotecnologico di San Marino dedicato alla ricerca scientifica e alle applicazioni cliniche delle cellule staminali, specializzato nella crioconservazione autologa di cellule staminali da cordone ombelicale, liquido amniotico, tessuto adiposo ed epiteliale.

[Continua a leggere »]



Tag: , , ,

Crema per rimuovere i tatuaggi

venerdì 29 agosto 2008 di Federico Illesi

rimuovere tatuaggio rejuvi

Dall’America arriva un nuovo prodotto per rimuovere i tatuaggi non più desiderati sulla propria pelle in modo totalmente indolore.

Spesso i tatuaggi sono simbolo di un amore importante e se questo finisce, oltre al danno sentimentale c’è la beffa di aver un segno indelebile sulla pelle, a meno di non recarsi da un bravo chirurgo estetico e sottoporsi a sedute di laser o dolorose abrasioni per rimuovere i tatuaggio. Ma ora, una speciale crema da iniettare sotto cute, nello stesso modo in cui è stato eseguito il disegno, potrebbe risolvere tutto in poco tempo e indolore.

[Continua a leggere »]



Tag: , , , , , , ,

Trapianto di capelli senza cicatrici

mercoledì 11 giugno 2008 di Federico Illesi

trapianto capelli Nasce in Italia il trapianto di capelli invisibile. Con il metodo di autotrapianto a singole unità follicolari HSD si evita l’escissione del cuoio capelluto sulla nuca e i risultati sono naturali e duraturi.

Addio piazza, addio chierica, addio stempiatura. Ma anche vecchie cicatrici, alopecie, e inestetici diradamenti. È quanto promette il trapianto di capelli di nuova concezione, realizzato evitando le tradizionali cicatrici legate alla chirurgia tricologica.

Il nuovo trapianto di capelli è “firmato” HSD, centro padovano che da anni si occupa di chirurgia del cuoio capelluto per risolvere i problemi di caduta dei capelli e ripristinare una bella chioma a uomini e donne. Anch’esse infatti soffrirebbero di calvizie, o meglio, di forte diradamento e indebolimento dei capelli, che appaiono con il tempo sottili e privi di forza, tanto da lasciar intravedere il cuoio capelluto.

[Continua a leggere »]



Tag: , , , ,

Il maiale che ti gonfia le labbra

lunedì 19 maggio 2008 di Alessandro Aquino

filler labbro

Il mondo della chirurgia estetica, è in piena espansione ed ormai la scelta è ampia e per tutti i generi di gusti e capricci. Oggi, più che mai, vengono utilizzate le microiniezioni di varie sostanze per la correzione cutanea. I cosiddetti filler.

Proviene dal maiale l’ultimo prodotto per rendere le labbra più carnose. Si tratta di un filler iniettabile a base di collagene suino, già in commercio da alcuni anni contro le rughe e le zampe di gallina.

Presentato al Congresso della Società italiana di medicina e chirurgia estetica (Sies) di Bologna, il filler non richiede test preliminari e garantirebbe l’effetto desiderato per molto tempo.

Il collagene di derivazione suina prenderà il posto di quello di derivazione bovina, attualmente il più utilizzato, che ha una durata che va dai 3 a i 6 mesi.



Tag: , , , , ,