Il Meyer: un Ospedale per amico

meyer

A Firenze, una delle realtà più belle e all’avanguardia d’Europa risponde al nome di Ospedale Pediatrico Meyer, una struttura che da sempre si occupa di ricerca, cura ed assistenza dei bambini. La particolare attenzione che questa struttura ha nei confronti della salvaguardia della salute infantile è arricchita dalla presenza di una Fondazione e di numerose attività da essa organizzate, per raccogliere fondi, divulgare e diffondere nuove linee di ricerca.

Lo scorso sabato tutta la città è stata invitata a partecipare ad una bellissima festa, una giornata di Porte aperte, durante la quale tutti i genitori e i loro bambini hanno potuto visitare i reparti ospedalieri, attraverso  un tour guidato. Durante la giornata i bambini hanno partecipato a laboratori artistici, organizzati da alcune importanti associazioni toscane, hanno potuto familiarizzare con i cuccioli dell’Associazione Antropozoa, che si occupa di Pet therapy, una delle attività di casa al Meyer.

In questa struttura, nulla è lasciato al caso, ogni attività, dalla clinica alla ricerca, dal volontariato all’attesa, è svolta con la massima professionalità ed impegno.  Grazie a manifestazioni come questa, promossa da Mediafriends onlus e, che ha visto anche la partecipazione di un personaggio amatissimo, quale il campione di calcio Alberto Gilardino, vengono raccolti fondi  per l’acquisto di ulteriori attrezzature, come già in passato è avvenuto e per promuovere nuovi servizi offerti dall’ Ospedale.

E’ difficile conciliare tante realtà in una sola, ma in questa struttura si può, al Meyer un bambino non ha la sensazione di vivere in Ospedale, ma di trovarsi in una realtà ludica, anche grazie a tante Associazioni di volontariato,  quali Helios, che promuove la lettura per sentirsi sollevati, Noi per Voi, un’associazione di genitori,  Antropozoa, Abio, Soccorso Clown e tante altre. Inoltre la possibilità di usufruire di attività formative all’avanguardia e assolutamente specialistiche è di grande importanza  per i professionisti, che sono coinvolti a 360° nella vita ospedaliera.

Non è un caso che l’Ospedale Pediatrico Meyer sia annoverato come modello di Ospedale Europeo e sia membro del Nachri, un’Associazione che raduna oltre 180 ospedali ed istituti che si occupano, della salute e della ricerca sulla salute del bambino.

Articoli correlati

Rispondi