I nuovi equilibri genitori- figli

facebookMolti genitori si preoccupano oggi di permettere l’uso dei social network come Facebook o MySpace ai propri figli adolescenti. Indubbiamente è questa un’età molto particolare ma come dimostra un recente studio di psicologia dell’Università della Virginia non c’è molto da preoccuparsi: i rapporti di amicizia su internet altro non sono che un’ estensione delle dinamiche reali.

Per cui per giovani ragazzi con atteggiamenti positivi nella vita normale, i mezzi che il web offre non possono che rappresentare un mezzo in più per mantenere una normale e positiva vita sociale.

Il problema ovviamente, avvertono i ricercatori, si presenta per gli adolescenti che hanno problemi comportamentali e difficoltà a farsi degli amici, o che sono depressi. Questi potrebbero essere più propensi a utilizzare i social media in modo negativo, tanto da raggiungere atteggiamenti aggressivi.

Lo studio, che compare nel numero di gennaio della rivista Developmental Psychology, è stato condotto su 172 ragazzi tra i 13 e 14 anni. Prima di tutto si è valutata la qualità e la quantità delle relazioni dei vari ragazzi in età adolescenziale, successivamente, circa otto anni dopo, le interazioni e la qualità delle amicizie sono state ri- analizzate tramite Facebook e MySpace.

Si è notato che i giovani più adeguati socialmente durante l’adolescenza avevano una maggiore probabilità di utilizzare i social network a 20 anni, indipendentemente da età, sesso, etnia o dal reddito dei genitori, e che, nel complesso, i modelli di qualità di amicizia e di adeguamento comportamentale adolescenziale continuato in età adulta. A differenza dei ragazzi con problemi sociali, i quali risultano meno inclini a usare mezzi di comunicazione on-line.

L’uso di Facebook e MySpace è molto diffuso durante l’adolescenza e in linea di massima si può concludere che essi rappresentino solo un nuovi mezzi di comunicazione, non necessariamente negativi. Dunque è compito dei  genitori cercare di essere coinvolti e di comprendere il mondo on-line dei propri figli nello stesso modo in cui vorrebbero capire ogni altro aspetto della loro vita.

Articoli correlati

Una risposta a “I nuovi equilibri genitori- figli”

  1. Figli su Facebook: c’e’ da preoccuparsi? – Psicozoo - Orientarsi nella giungla della mente scrive:

    […] [I nuovi equilibri genitori- figli – Bioblog.it] Powered By WordPress Tabs SlidesForse ti interessa anche:Adolescenti insonni a rischio depressione (0)La vita in piazza su Facebook (1)Facebook: e’ davvero qui il problema? (0)Non saro’ mai come i miei genitori (0)Se mio figlio “si fa le canne” (0)Quando parlare ai bambini di sesso (2)Lo schiaffo e’ davvero educativo? (4)Genitori senza tempo (2) (Nessun voto ancora)  Loading … Tags: adolescenti, facebook, genitori e figli, myspace, social network […]

Rispondi