Salute@Venezia

salute venezia

Il viceministro alla Salute, il presidente della Regione del Veneto e il direttore dell’Ulss 12 questa mattina hanno tagliato il nastro della Fiera che si terrà da oggi a sabato 24 ottobre al Padiglione Rama dell’Ospedale dell’Angelo di Mestre

“Dati scientifici indicano che il Veneto, così come altre tre regioni italiane, hanno una sanità ottima. Del Veneto mi piace particolarmente il fatto che questa regione ha sempre prestato grande attenzione non solo agli ospedali ma anche al territorio”. Con queste parole il viceministro Ferruccio Fazio ha inaugurato Salute@Venezia, promossa dall’Azienda Ulss 12 Veneziana, con l’organizzazione di Expo Venice spa e Medmatic@, e dedicata all’innovazione in sanità e ad un confronto sui nuovi modelli organizzativi del SSN, nel quadro della continuità territoriale e dell’eccellenza ospedaliera. Il viceministro, che ha partecipato al convegno inaugurale “Il Modello sanitario tra continuità territoriale ed ospedali di eccellenza”, ha elogiato l’eccellenza della sanità veneta, che spicca notevolmente nelle classifiche italiane.

D’accordo anche il Governatore del Veneto Giancarlo Galan, il quale ha ricordato che la strada da perseguire in campo sanitario è quello della continua innovazione. “Siamo nel posto giusto tra le persone giuste – ha affermato Galan – in un ospedale straordinariamente all’avanguardia, realizzato in tempi record ed efficiente“.

A dare il benvenuto agli ospiti, oltre al viceministro Fazio e a Giancarlo Galan, c’erano Antonio Padoan, Direttore Generale ULSS 12 Veneziana, Diego Ponzin, Direttore della Fondazione Banca degli Occhi del Veneto, Piergiacomo Ferrari, Presidente Expo Venice, Giampaolo Stopazzolo, presidente di Medmatic@.

“Questa è la nona manifestazione che Expo Venice ha organizzato quest’anno – ha affermato Ferrari – questo evento sull’innovazione in sanità si inserisce nel filone relativo alle nuove tecnologie in tutti i settori che Expo Venice sta perseguendo, oltre a portare avanti le manifestazioni legate alle tradizioni di Venezia”.

“Bisogna muovere di più i dati e meno i pazienti – ha annotato Stopazzolo – in questo ambito, Medmatic@ dal 2005 si è sempre interessata di divulgare la cultura della sanità elettronica nei diversi contesti professionali e regionali legati alla salute. Fondamentale è la ricerca di soluzioni tecnologiche che permettano di favorire percorsi assistenziali nei pazienti ottimizzando i costi e rendendo disponibile l’accesso ai dati digitali da parte di tutti gli operatori coinvolti. Una tecnologia leggera ma evoluta può entrare nelle case dei pazienti ed aiutare a curarli meglio”.

Politici, tecnici, medici, direttori sanitari provenienti da tutta Italia, esperti del settore si incontreranno in questi tre giorni per discutere di salute e di innovazione in salute, per fare il punto sulle tecnologie, per sviscerare i nodi principali in un momento in cui la salute è al centro dell’attenzione pubblica dopo il nuovo allarme dell’influenza suina.

“L’ ULSS 12 Veneziana – ha affermato Padoan – conferma il prestigio che detiene in ambito nazionale. Vera e propria azienda sanitaria innovativa, l’ULSS 12 Veneziana ha l’orgoglio di detenere alcuni primati: il primo project financing sanitario, la Banca degli occhi, con la produzione di cellule staminali corneali per l’Italia e l’Europa, e, tra breve, il primo Centro protonico d’Italia e il secondo d’Europa per la cura avanzata di particolari tipi di tumore. Inoltre, l’aver portato all’Ospedale di Venezia la Facoltà di Medicina e le collaborazioni internazionali in campo sanitario ci incoraggiano a voler esportare” la sanità di eccellenza e un know-how invidiabile. Salute@Venezia è l’occasione per presentare importanti esperienze e realizzazioni di modelli di sanità innovativa, sia tecnologica che clinica, che prefigurano nuove modalità di relazione con il cittadino: non più soggetto assistito, ma persona con elevate aspettative di salute, informazione e accoglienza“.

Tra i convegni di domani, “L’innovazione in oncologia: terapie, tecnologie, farmaci, costi sanitari e finanziamento alla ricerca” nel quale si partirà dai dati Censis per analizzare la patologia. Due milioni di italiani hanno avuto una diagnosi oncologica nel corso della loro vita. Nel 2008, 431 nuovi casi ogni 100.000 abitanti per le donne e 483 per gli uomini. I dati, pubblicati dall’ultimo rapporto CENSIS, mostrano che si tratta di una patologia ormai cronica e di massa, tanto che nel periodo 1998-2008 circa il 57% delle inabilità pensionabili accolte dall’Inps nei confronti dei lavoratori assicurati presso l’Istituto è ascrivibile a patologie tumorali. Scopo del Convegno è fare il punto sullo stato di avanzamento ed i risultati complessivamente ottenuti sullo sviluppo delle innovazioni tecnologiche, clinico-organizzative, farmacologiche e della ricerca.

Al Convegno parteciperà Sandro Sandri, assessore alla sanità Regione Veneto. Inoltre, si parlerà di “L’occhio e le applicazioni cliniche e tecnologiche innovative”; “Quattro sfide critiche nell’ambito di donazione e trapianto. Il caso di Fondazione Banca degli Occhi”; “Modelli di Risk Management per contrastare l’inefficienza sistemica”; “Health Technology Assessment (HTA): una sfida per il sistema sanitario italiano”; “Chi ha incastrato il Fascicolo Sanitario Elettronico?”; “Piano Nazionale dell’Innovazione digitale: stato dei progetti e iniziative regionali” (in programma anche l‘intervento del ministro RENATO BRUNETTA); “Biomarcatori in oncologia: esempio di una ricerca di trasferimento efficace”; “L’e-Health per la cura domiciliare”.

Alle ore 15, invece, il prof. Giampiero Vecchiato presenterà il libro La comunicazione della salute. Un manuale, a cura della Fondazione Zoé con il supporto di Raffaello Cortina Editore. Il volume, che affronta il delicato rapporto tra la malattia ed il modo di comunicare all’interno dell’universo sanitario, è stato realizzato da 56 studiosi, esperti e scienziati italiani non soltanto del campo medico ma anche scientifico, sociologico, psicologico e giuridico. All’incontro saranno presenti due autori, il prof. Francesco Sartori, ordinario di chirurgia toracica all’Università di Padova e il prof. Carmelo Vigna, ordinario di Filosofia morale all’Università Ca’ Foscari.

Sabato, invece, si svolgerà l’attualissimo dibattito su “Il ruolo della farmacia in un sistema sanitario innovativo”.

Salute@Venezia ha ricevuto il Patrocinio del Ministero del Lavoro, della Salute e delle Politiche sociali e il patrocinio della Regione del Veneto.

22-23-24 Ottobre 2009
Padiglione G. Rama Ospedale dell’Angelo
Venezia-Mestre

Orario:
9,00 – 18,00 giovedì 22 e venerdì 23 Ottobre
9,00 – 17,00 sabato 24 Ottobre

Articoli correlati

Rispondi