L’uomo di pietra

Non è accaduto in un set di un film sui supereroi, e lui non è il quarto de I Fantastici 4. Il suo corpo era diventato una specie di scoglio, tanto che era stato soprannominato “l’uomo corallo”. Ora Lin Tianzhuan, 38enne di Shuimen, nel sud della Cina, è stato curato e può raccontare, sollevato, la sua storia. Lin non poteva muovere braccia e gambe, ed era terrorizzato.

“Avevo paura, credevo che sarei diventato di pietra – ha detto ai giornalisti – la gente urlava ogni volta che mi vedeva. E’ orribile”. L’uomo si è dunque isolato, come un eremita, a casa della sua famiglia dopo essere stato scaricato da amici e vicini di casa. La sua ‘trasformazione’, racconta, è iniziata quando aveva 13 anni: “In pochi mesi avevo braccia e gambe, la schiena e un pezzo della mia testa completamente coperte. Era come se mi stessi tramutando in una pietra, ero terrorizzato – ha detto Lin – gradualmente riuscivo a muovermi sempre meno, fino a quando non ero più in grado di camminare. E’ stato spaventoso”.

Ora, però, dopo un anno di cure in una speciale clinica dermatologica, Tianzhuan è tornato a vivere normalmente, anche se esteticamente la situazione è la stessa. “Avrà bisogno ancora di cure con la radioterapia – ha detto il vicepresidente della clinica, Liu Yinghong – sta facendo comunque grandi progressi”.

Articoli correlati

Rispondi