Archivio di agosto 2009

L’elisir della giovinezza che cura l’ipertensione

lunedì 31 agosto 2009 di Silvia Soligon

ipertensioneArriva dall’oriente e si chiama Klotho. Fino ad oggi era conosciuto come il gene anti-invecchiamento, ma ora si sa che aiuta anche a ridurre la pressione arteriosa e a contrastare le complicazioni derivanti dall’ipertensione. La scoperta di Yuhong Wang e Zhongjie Sun, ricercatori dell’Oklahoma Helath Science Center, è stata pubblicata da Hypertension, la rivista dell’American Heart Association e apre il campo a nuove ricerche per l’ottenimento di nuovi farmaci di facile somministrazione che aiutino la terapia delle patologie associate alla pressione alta.

Livelli elevati di pressione sanguigna sono alla base di una serie di problematiche cliniche, come aneurisma arteriosi, infarti, ictus, altre malattie cardiovascolari e insufficienza renale. L’espressione di Klotho in ratti di laboratorio che sviluppano in modo spontaneo ipertensione e danni ai reni ha permesso di ridurre sia i livelli di pressione sanguigna, sia la degenerazione e la dilatazione dei tubuli renali, l’accumulo in questi ultimi di materiale proteico e di collagene e il collasso del glomerulo (una componente fondamentale del rene).

[Continua a leggere »]



Tag: , ,

L’escrezione dell’arsenico varia da individuo a individuo

lunedì 31 agosto 2009 di Silvia Lisciani

arsenicoNella popolazione umana esistono forti differenze riguardo l’abilità di eliminare dall’organismo l’arsenico assunto con la dieta. Dunque anche una diversa capacità di subirne l’azione tossica. Lo dimostra uno studio pubblicato su ACS’s Chemical Research in Toxicology.

Gli effetti sulla salute derivanti dall’esposizione cronica all’arsenico sono rappresentati dal cancro alla pelle, da disfunzioni cardiovascolari e, talvolta, dal diabete. Le principali fonti di arsenico per gli umani sono l’acqua proveniente da sorgenti sotterrane dove, naturalmente, si è accumulata la sostanza, e i prodotti ittici.

[Continua a leggere »]



Tag: , , ,

Gli errori nella terra

lunedì 31 agosto 2009 di PensieriParole

I medici sono fortunati: i loro successi brillano al sole e… la terra copre gli errori.

Vedi frase »



Tag:

Influenza A, il vaccino

domenica 30 agosto 2009 di Federico Illesi

Anno II, numero XXIII

Scarica il PDF a colori

Scarica il PDF a colori »

Scarica il PDF in bianco e nero

Scarica il PDF in bianco e nero »

In questo numero:

  • Il gene dei nani
  • Pronto il vaccino per l’Influenza A
  • Tante proteine pochi carboidrati: gli effetti sulla salute
  • Una birra al giorno potrebbe causare il cancro
  • Epatite C, nuove possibili terapie
  • Ipoacusia, il male del futuro
  • Trapianto di ovaio
  • Caduta dei capelli nelle donne
  • Biotecnologie e dintorni
  • Curare le neuropatie con il corallo
  • Psicanaleasing


Tag:

Il gene dei nani

sabato 29 agosto 2009 di Silvia Soligon

gene nani

Viene dai laboratori di Heidelberg la nuova spiegazione al perché alcuni individui sono molto più bassi della media. I ricercatori del team di Gudrun Rappold, direttore del Dipartimento di Genetica Molecolare Umana dell’Ospedale Universitario di Heidelberg, hanno individuato delle mutazioni all’interno delle porzioni di DNA che regolano l’espressione di SHOX (short stature homeobox gene), un gene responsabile della crescita delle ossa. Lo studio, pubblicato dal Journal of Medical Genetics, aggiunge un altro tassello al mosaico che descrive le cause che determinano la bassa statura, che, se diagnosticata troppo tardi, è una patologia non curabile.

Un uomo è considerato patologicamente basso quando non supera i 160 cm di altezza, mentre per le donne il valore soglia è di 150 cm. Alla base di condizioni di questo tipo possono esserci disordini ormonali, malnutrizioni, malattie croniche e disturbi genetici, ma in molti casi – definiti idiopatici – le ragioni sono sconosciute. In particolare, più del 4% dei bambini con bassa statura idiopatica presenta una mutazione nel gene SHOX che determina un blocco della crescita delle ossa 20 cm prima che raggiungano la lunghezza attesa. Se diagnosticata precocemente, la malattia può essere trattata somministrando l’ormone della crescita.

[Continua a leggere »]



Tag: , , , ,

Pronto il vaccino per l’Influenza A

venerdì 28 agosto 2009 di Valeria Gatopoulos

vaccino influenza aDa tempo si parlava di un vaccino e i più sciettici credevano che mai e poi mai sarebbe stato disponibile prima dell’arrivo dell’inverno eppure il ministro del Welfare ha annunciato che le prime dosi saranno disponibili entro la prima metà di novembre.

La vaccinazione sarà facoltativa e gratuita, la prima vaccinazione di massa prevede otto milioni e mezzo di dosi e sarà riservata a tutti coloro che lavorano nei luoghi pubblici a contatto con molte persone, a farne richiesta potrà essere il personale sanitario, i dipendenti degli uffici postali.

La seconda “ondata” di vaccinazioni, costituita da un numero doppio di dosi, sarà disponibile agli inizi di febbraio 2009 e sarà riservato alle cosidette categorie a rischio e cioè tutti i cittadini di età compresa tra i due e i 27 anni. Pare proprio che siano giovani e giovanissimi ad essere i più colpiti dalla Nuova Influenza, tuttavia non bisogna allarmarsi, il personale medico è in grado di fronteggiare, caso per caso, i nuovi contagi.

Il Ministero fa sapere, inoltre, che chiunque può far richiesta al proprio medico curante del vaccino, come si è detto saranno i soggetti sopracitati ad avere la precedenza assoluta, ma ciò non toglie che potrebbero essere vaccinati anche altri cittadini.

Il vaccino NON sarà disponibile presso le farmacie e sarà discrezione del medico sommistrare la dose presso il suo ambulatorio, dopo una prima iniezione ci sarà un richiamo per rendere più efficace il farmaco.



Tag: , , , ,

Tante proteine pochi carboidrati: gli effetti sulla salute

venerdì 28 agosto 2009 di Silvia Lisciani

carneSeguire una dieta povera di carboidrati e iperproteica è utile a far perdere rapidamente peso ma a lungo termine può avere degli effetti dannosi sulla salute; primo tra tutti l’aterosclerosi e la crescita anomala dei vasi sanguigni.

È quanto emerge da uno studio, pubblicato su PNAS (Proceedings of the National Academy of Sciences), durante il quale un’ equipe di scienziati israeliani ha sottoposto topi da laboratorio ad una dieta ricca di alimenti proteici ma povera di carboidrati. Dopo 12 settimane nell’apparato circolatorio degli animali che avevano seguito tale regime alimentare erano evidenti numerose placche aterosclerotiche e una ridotta crescita dei vasi sanguigni.

[Continua a leggere »]



Tag: , , , , ,

Una birra al giorno potrebbe causare il cancro

mercoledì 26 agosto 2009 di Giulio Bernardinelli

birraUna ricerca condotta dai ricercatori dell’università canadese McGill ha messo in relazione il consumo assiduo di birra e alcolici con l’insorgere di alcune tipologie di tumori.

È stata osservata una correlazione diretta tra il consumo di questi alcolici e i tumori che colpiscono i seguenti organi: esofago, stomaco, polmoni, pancreas, fegato e prostata.

I risultati della ricerca sono emersi studiando 3600 uomini canadesi tra i 35 ed i 70 anni. In conclusione, quindi, è emerso che chi beve da una a sei volte a settimana ha una probabilità più elevata dell’83% di ammalarsi di tumore dell’esofago rispetto a chi non consuma alcolici. Inoltre, il rischio è tre volte più elevato per le persone che bevono quotidianamente.

D’altra parte questo rischio non sembra essere presente nei bevitori di vino, che è legato però ad altre patologie.

[foto aixcracker]



Tag: , , , ,

Sordità, tutta colpa di una mutazione

martedì 25 agosto 2009 di Silvia Lisciani

orecchioUna proteina, la claudina 9, è necessaria per il corretto funzionamento dell’orecchio, e la sua alterazione potrebbe essere la causa della sordità di tipo ereditario. Lo rivela un recente studio pubblicato su PLoS Genetics e condotto dai ricercatori dell’università dell’Iowa.

Gli scienziati hanno studiato il genoma di topi di laboratorio affetti da sordità, scoprendo la presenza di una mutazione nel gene della claudina 9. Hanno osservato inoltre, che tra le cellule dell’orecchio difettive per la proteina si verificava un anomalo flusso di ioni.

Le claudine, infatti, sono una numerosa famiglia di proteine che formano le tight junctions, cioè delle strutture che mantengono unite cellule contigue, in modo da sigillare tra loro le membrane e impedire il passaggio degli ioni tra gli spazi intercellulari.

[Continua a leggere »]



Tag: , , ,

Stonati, è tutta colpa del cervello

martedì 25 agosto 2009 di Silvia Soligon

cervello cuffieOre e ore di lezioni di canto sono del tutto inutili per chi nasce stonato: è questo il messaggio che sembra emergere dalle pagine del Journal of Neuroscience, dove ricercatori dell’Harvard Medical School spiegano le basi fisiologiche dell’amusia, un disturbo caratterizzato dall’incapacità di riconoscere o riprodurre i suoni musicali che colpisce dal 4 al 17% della popolazione. Il cervello degli individui stonati non sarebbe in grado di coordinare la musica e le parole.

La capacità di comunicare richiede la presenza di efficaci interazioni fra i neuroni del fascicolo arcuato (AF), un’area del cervello responsabile delle funzioni correlate al linguaggio. In particolare, è importante che la percezione e l’azione interagiscano in modo opportuno.

[Continua a leggere »]



Tag: , , ,