Archivio di giugno 2009

“Ancora” incinta a 92 anni!

martedì 30 giugno 2009 di Valeria Gatopoulos

huang yijunÈ successo in Cina, una donna di 92 anni si è recata in ospedale per dei dolori allo stomaco, dopo un’accurata visita il medico non può far altro che constatare che Huang Yijun è “ancora” incinta.

La donna, infatti, avrebbe portato nel suo pancione il suo bambino per ben 70 anni o 60 come dichiarano alcuni! Huang era rimasta incinta all’età da giovane, caso volle che il feto morì per alcune complicazioni, la famiglia della donna non potendo sostenere la spesa di 100 sterline richieste dall’ospedale per asportare il feto morto, decise di tenere segreto il tutto.

Così Huang Yijun si ritrova alla veneranda età di 92 anni anni ancora con il pancione, quel che stupisce i medici è come sia stato possibile che questo feto non sia stato naturalmente espulso dal corpo della donna o come sia stata scongiurata la setticemia.

Per la serie…le stranezze della vita!

[Foto e via Hai Sentito]



Tag: , , , ,

Le nuove frontiere della terapia del dolore nel cancro

martedì 30 giugno 2009 di Silvia Soligon

medico pazienteUno degli aspetti che rendono il cancro una malattia estremamente debilitante è la presenza di forti dolori che, spesso, non possono essere alleviati con le cure a disposizione. Appaiono, quindi, molto interessanti i risultati della ricerca condotta all’Istituto di Farmacologia dell’Università di Heidelberg, dove i ricercatori del gruppo di Rohini Kuner hanno identificato due molecole prodotte dai tumori responsabili della maggiore sensibilità delle cellule nervose che è alla base di questo dolore e, allo stesso tempo, sono riusciti a bloccarne l’azione, riducendo tale sensibilità.

Il dolore è il sintomo più frequente dei tumori, riscontrabile nel 30-40% dei casi. La sua origine è da attribuire sia alla presenza stessa del cancro, che cresce e si insinua nei tessuti circostanti, sia a complicazioni della terapia antitumorale e delle condizioni cui è obbligato il paziente (si pensi alle piaghe da decubito che si formano quando si è costretti immobili a letto).

[Continua a leggere »]



Tag: , , ,

Angel, contro la guida in stato di ebrezza

martedì 30 giugno 2009 di Valeria Gatopoulos

alcol guida ebbrezzaDa oggi non saranno solo Carabinieri e Polizia a fermare gli automilisti che hanno alzato il gomito, ma sarà un macchinario installato sulle automobili stesse.

Si chiama Angel e permette di rilevare la quantità di alcol presente nell’aria espirata dal guidatore, come un etilometro Angel, è in grado di individuare il tasso alcolemico nel sangue, la differenza fondamentale è però dovuta ai tre sensori che vengono dislocati nell’auto.

Questi tre sensori venendo a contatto con il respiro, sono capaci di rilevare effettivamente quanto alcol vi sia in circolo nel sangue, l’etilomentro in questo senso è meno preciso, poichè venendo a contatto direttamente con la saliva, se si è bevuto da poco, può evidenziare un tasso maggiore eppure non ancora nocivo di alcol, che inizia a far sentire i suoi effetti circa mezzora dopo l’ingestione.

[Continua a leggere »]



Tag: , , , , , , , ,

Immagine della memoria

domenica 28 giugno 2009 di Federico Illesi

Anno II, numero XVII

Scarica il PDF a colori

Scarica il PDF a colori »

Scarica il PDF in bianco e nero

Scarica il PDF in bianco e nero »

In questo numero:

  • Erbe medicinali: quanto sono sicure?
  • Con l’orecchio destro si ascolta meglio
  • Un’unica cura per cuore e cervello
  • Un’immagine della memoria
  • Ridurre il colesterolo con latte fermentato
  • Diabete: Cerotti transdermici e somministrazioni settimanali
  • Virus contro il cancro
  • Rivoluzionario test diagnostico prenatale per individuare le malattie cromosomiche
  • Guarire con astuzia

Erbe medicinali: quanto sono sicure?

giovedì 25 giugno 2009 di Silvia Soligon

erbe medicinaliLe cure a base di erbe hanno un grande successo, cui contribuisce sicuramente l’idea che si tratti di rimedi totalmente naturali.Un numero sempre crescente di studi mette, però, in guardia sul loro utilizzo indiscriminato.L’ultimo allarme arriva dalla presentazione del Congresso nazionale della Società Italiana di Nefrologia, durante la quale Antonio Santoro, nefrologo del Policlinico Sant’Orsola Malpighi di Bologna, ha parlato della nefropatia da erbe cinesi, una malattia ai reni associata alle cure con rimedi alternativi.

I primi casi di questa patologia sono stati riportati agli inizi degli anni novanta. A Taipei (Taiwan) 12 pazienti cinesi, che avevano assunto erbe medicinali sotto forma di estratti, pillole o polveri per curare varie malattie, per dimagrire o come integratori alimentari, avevano sviluppato un’insufficienza renale cui è stata associata la presenza di un’infiammazione ai reni.

[Continua a leggere »]



Tag: , , ,

Con l’orecchio destro si ascolta meglio

mercoledì 24 giugno 2009 di Silvia Soligon

orecchio destroC’è chi dice che parlare all’orecchio sia cattiva educazione, ma a quanto pare dipende da qual è l’orecchio cui vengono rivolte le parole: in una serie di tre studi pubblicati dal giornale online Naturwissenchaften, Luca Tommasi e Daniele Marzoli dell’Università di Chieti hanno dimostrato che siamo più propensi a rispondere positivamente ad una richiesta se ci viene posta all’orecchio destro piuttosto che a quello sinistro.

Anziché condurre simulazioni in laboratorio, i due ricercatori italiani hanno studiato i comportamenti spontanei che hanno luogo nella vita di tutti i giorni; in particolare, le osservazioni sono state condotte in locali notturni molto rumorosi. Nel primo studio, gli individui sono stati osservati mentre parlavano con musica alta in sottofondo e nel 72% dei casi è stato rilevato che la comunicazione avveniva al’orecchio destro.

[Continua a leggere »]



Tag: , ,

Un’unica cura per cuore e cervello

martedì 23 giugno 2009 di Silvia Soligon

cervello lovostatinaIl morbo di Alzheimer, che è una fra le forme di demenza più diffuse, è causato dalla morte di cellule nervose a causa del’accumulo al loro interno di una proteina, la beta amiloide. Uno studio pubblicato dal Journal of Alzheimer‘s Disease dimostra come le statine, importanti farmaci utilizzati nelle terapie contro le patologie cardiovascolari, abbiano un’azione protettiva anche nei confronti di questa malattia.

Le statine sono note principalmente per le loro proprietà anti-colesterolo; esse agiscono inibendo l’enzima epatico responsabile della sua produzione, riducendo i livelli di trigliceridi e di colesterolo “cattivo” e aumentando quello “buono”. Inoltre possiedono altre proprietà utili nel trattamento di pazienti con patologie alle coronarie, come il miglioramento delle funzioni dei vasi e l’attenuazione del fenomeno dell’aterosclerosi, che è alla base di diverse malattie cardiovascolari.

[Continua a leggere »]



Tag: , , ,

Un’immagine della memoria

martedì 23 giugno 2009 di Valeria Gatopoulos

cervello memoria proteinaIl Montreal Neurological Institute, l’Ospedale McGill University e l’Università della California sono riusciti ad impressionare la prima immagine della memoria, per dirla in parole più tecniche hanno “fotografato” una proteina che agisce a livello sinaptico durante l’attività di immagazzinamento dei dati da parte del cervello.

Lo studio delle sinapsi permetterebbe di conoscere i meccanismi della memoria, pare infatti che tutta l’attività si concentri su queste giunzioni, il tutto sarebbe favorito da una regolare traduzione del RNA messaggero nelle sinapsi stesse, allo stesso tempo aumenterebbe la produzione delle proteine.

A questo punto quello che ci si chiede è che cosa regoli i meccanismi del ricordo e come è possibile imprimere nel cervello attimi di vita, formule matematiche, date, senza dimenticarle mai più?

Per ora non ci sono certezze, il cervello è uno degli organi più difficili da studiare, nonostante tutto questo studio porta i ricercatori su una strada, senza dubbio lungo e tortuosa, che un domani forse potrà portare cure innovative per le malattie della memoria, come sempre non resta che attendere.

Lo studio è stato pubblicato sul Science e va avanti grazie ai finanziamenti del National Institutes of Health, WM Keck Foundation e la Canadian Institutes of Health Research

Maggiori informazioni su GEN



Tag: , , ,

Ridurre il colesterolo con latte fermentato

venerdì 19 giugno 2009 di Federico Illesi

yogurt colesteroloI latti fermentati addizionati di fitosteroli sono in grado di abbattere di circa il 10% il livello di colesterolo cattivo in soggetti con moderata ipercolesterolemia. Lo dimostra la prima metanalisi compiuta su circa 400 persone che ha analizzato i risultati di 3 lavori già pubblicati in letteratura sull’effetto di un latte fermentato con aggiunta di 1,6 g di steroli vegetali. I dati sono stati presentati oggi, nel corso del XV International Symposium on Atherosclerosis (ISA), che si è tenuto a Boston.

“Il lavoro è il primo che si basa su circa 400 pazienti avendo raccolto i risultati di tre dei più significativi studi disegnati per analizzare l’effetto dei fitosteroli sulla colesterolemia, e specialmente della frazione legata alle lipoproteine LDL (colesterolo LDL, o LDL-C)” ha dichiarato Alberto Notarbartolo, Ordinario di Medicina Interna Facoltà di Medicina e Chirurgia, Università degli Studi di Palermo

[Continua a leggere »]



Tag: , , , ,

Clinica del sonno a casa tua

lunedì 15 giugno 2009 di Alessandro Aquino

Zeo Sleep

Le persone che soffrono di disturbi del sonno sono molte, tanti non sanno minimamente di soffrirne. La sapienza comune riconosce solo l’insonnia o l’ipersonnia come disturbo legato al sonno, mentre pochi sanno che il sonno se qualitativamente scarso produce gravi ripercussioni metaboliche e dinamiche sul nostro corpo. Il sonno è composto da 4 fasi NREM e una fase REM che se non equilibrate durante le ore notturne denotano uno scompenso che si trascina poi per l’intera giornata facendoci sentire stanchi e fiacchi. Spesso questi disturbi nascono veri e propri problemi di tipo neuroendocrino o del sistema nervoso centrale.

[Continua a leggere »]



Tag: , , , ,