La nostra difesa nell’intestino: il GALT

esofagoIl nostro intestino oltre a svolgere un ruolo fondamentale nella digestione e nell’assorbimento dei nutrienti, è organizzato in modo tale da ispezionare e riconoscere le sostanze estranee che abbiamo introitato, rispondendo ad esse allo scopo di eliminarle. Questo meccanismo avviene perchè sotto la mucosa intestinale, esistono numerose cellule immunitarie che si organizzano nel formare le Placche di Peyer.

La mucosa intestinale quindi è ricca di cellule linfocitarie, che ispezionano l’ambiente e captano gli antigeni, spesso presenti nelle bevande e nei cibi, i quali rimanendo a stretto contatto con il lume, per consentire i meccanismi digestivi e di assorbimento, possono scatenare dei disturbi di varia natura, dovuti a reazioni di tipo infiammatorio.

Quindi L’intestino non è deputato solo alla digestione ma anche ala difesa dell’organismo, da quelle sostanze chimiche, veleni, principi attivi, che possono danneggiare l’organismo. Nel caso ad esempio dell’ingestione di cibi o bevande contaminati, il GALT, interviene bloccando l’azione dei microrganismi patogeni e delle tossine da essi prodotte.

Individuare questo tipo di sistema immunitario ha consentito di comprendere alcuni meccanismi alla base delle allergie e delle intolleranze alimentari, in quanto se l’organismo è sottoposto all’esposizione continuata di certi alimenti, si crea una reazione infiammatoria, spesso cronica, che puo’ determinare un cambiamento nelle nostre scelte alimentari.

E’ importante che si possa raggiungere un equilibrio intestinale, che consenta al corpo di adattarsi e quindi di eliminare tutto ciò, che risulta dannoso.

Articoli correlati

Rispondi