Nanoparticelle contro l’impotenza

ossido nitricoScienziati negli Stati Uniti hanno sperimentato con successo una nuova tecnica che consiste in nanoparticelle applicate sulla cute, al momento solo dei ratti, che potrebbero aiutare presto gli uomini con disfunzioni erettili.

Il composto di nanoparticelle viene assorbito dai tessuti molto velocemente (il Viagra impiega circa un’ora per entrare in circolo) e agisce favorendo la funzione erettile. Gli effetti collaterali, inoltre, sembrerebbero inferiori a quelli indotti dalla pillola blu.

Le nanoparticelle sono formate da ossido nitrico (NO o più correttamente monossido di azoto), un mediatore endogeno di processi particolarmente importanti come la vasodilatazione, e per l’uso umano saranno inserite in una crema per essere più facilmente frizionate sul tessuto.

La speranza dei ricercatori dell’Albert Einstein College of Medicine a New York è quella che il composto applicato localmente sulla cute umana innanzitutto non provochi effetti indesiderati e in secondo luogo produca i risultati osservati nelle cavie.
Il punto di forza di questo nuovo prodotto è sicuramente «la velocità d’azione che dovrebbe essere quasi istantanea anche nell’uomo perché applicata direttamente sui genitali e assorbita rapidamente dalla cute», come affermato dalla dottoressa Ira D Sharlip dell’American Urological Association (AUA).

[via telegraph]

Articoli correlati

Rispondi