Ipertermia nella cura dei tumori

ipertermia apparecchiatura

Dullio Pacifico, giornalista scientifico, ci ha segnalato una tecnica la cui efficacia è stata confermata in diversi studi, ma che è ancora poco pratica nella cura dei tumori: la ipertermia.

L’ipertermia Oncologica produce un effetto che inibisce la proliferazione di cellule neoplastiche (Tumore). È già stato infatti dimostrato che i farmaci Chemio terapici, comunemente usati nella terapia dei tumori, possono avere una nessuna o poca efficacia se non danni addirittura!

Un altro vantaggio dell’Ipertermia è costituito dal fatto che la reattività immunitaria del malato tumorale – solitamente depressa dalla malattia stessa o dalle cure messe in atto per controllarla – viene potenziata dall’Ipertermia: provoca la liberazione di sostanze le quali, hanno effetto protettivo per l’organismo dell’ammalato.

L’ipertermia quindi è una valida tecnica oncologica.

In più di dieci anni d’applicazione in combinazione tra Ipertermia e Radiazioni, non è stato riscontrato alcun inconveniente di rilievo. Intrappolando tra di loro l’Organo trattato creano, attraversandolo, un campo magnetico e di conseguenza l’innalzamento della sua temperatura.

Questa tecnica è utilizzata anche per il cancro al seno e al fegato (Cancro Epatico… ) senza ovviamente nessun intervento chirurgico asportativo e senza dolore, né cadute di capelli, né altre conseguenze.

La Radioterapia con acceleratore lineare è usata nella parti dure del cervello, testa e carcinoma polmonare, prostata, collo, torace, etc.
La Ipertermia (solo calore che uccide la cellula cancerogena senza bruciature grazie a degli appositi filtri) è usata sulle parti molle, come Cancro al Seno (senza dolore, ne chirurgia) cancro al fegato, cancro al Pancreas.

Esistono a Roma, a Milano, Nocera, Varese, Torino vari Centri di Ipertermia e radio con acceleratore Lineare che trattano tutte le parti del corpo possibili.

Maggiori informazioni su Assie.it, foto Synchrotherm.com

Articoli correlati

Rispondi