Riparare i neuroni

assoni neuroni

Un team di ricercatori è riuscito a documentare chiaramente la rigenerazione di un tipo di fibre nervose che attraversano il cervello e il midollo spinale e che sono cruciali per il movimento volontario.

I risultati dell’esperimento sono stati pubblicati su Proceedings of the National Academy of Sciences (PNAS) e documentano ciò che è stato eseguito con successo nei ratti dagli scienziati della School of Medicine dell’Università della California a San Diego.

«Questi risultati – spiega Mark Tuszynski, docente di neuroscienze e direttore del Center for Neural Repair dell’UC San Diego – forniscono un metodo per rigenerare un sistema di fibre nervose, gli assoni motori corticospinali. La loro riparazione è un passo cruciale sulla strada che un giorno potrà consentire ai pazienti che hanno subito un danno al midollo spinale di recuperare il movimento».

Gli assoni dell tratto corticospinale sono spesso interrotti e non più collegati al cervello in seguito a traumi.
I ricercatori della UC San Diego hanno proceduto all’ingegnerizzazione genetica dei neuroni danneggiati in modo da indurre la sovra-espressione di particolari recettori – indicati dalla sigla trkB – per un fattore di crescita denominato BDNF (brain-derived neurotrophic factor), che successivamente veniva somministrato nei siti lesionati.

Con questa modifica, si è potuto riscontrare come gli assoni, ora dotati di recettori trkB, fossero in grado di rispondere al fattore di crescita e di rigenerarsi, circostanza che non è risultata possibile in assenza di sovra-espressione di trkB.

Nello studio, concludono i ricercatori, non è stato valutato il recupero funzionale negli stessi animali:  per questo tipo di riscontro, occorreranno altri e più approfonditi studi.

[via lescienze]

Articoli correlati

Rispondi