Filtrazione magnetica

filtrazione magnetica filtro sangue

Un team di ricercatori di Boston sta sviluppando un nuovo dispositivo biomedico per trattare la setticemia. Il sistema ideato consiste in una separazione fisica degli agenti patogeni dal sangue in modo specifico.

La setticemia è una infezione caratterizzata da concentrazioni sempre più elevate di batteri nella circolazione sanguigna e dovuta all’infezione di tessuti e organi. Nella setticemia i batteri possono entrare nella circolazione sanguigna da una zona infetta dell’organismo o in seguito a una ferita o a un intervento chirurgico; una volta in circolo, iniziano a replicarsi con rapidità, diffondendo le proprie tossine in tutto l’apparato cardiocircolatorio.

microsfere magnetiche batteri sangue

Il funzionamento del dispositivo si basa sull’inserimento nel flusso ematico di microsfere immunomagntiche in grado di legarsi agli agenti patogeni (Candida). Dopodiché la condotta del sangue contaminato viene fatta passare attraverso un campo magnetico che attrae i batteri, mentre la maggior parte del liquido “pulito” scende per gravità e viene riniettata nell’organismo.

Nella versione con più condotti in parallelo (quattro) la purificazione del sangue è dell’80% con un flusso di 20mL/h. Questo nuovo modello, rispetto al precedente, ha un miglioramento della velocità di filtrazione di circa 1000 volte e potrà probabilmente essere impiegato per applicazioni cliniche.

[maggiori informazioni]

Articoli correlati

Rispondi