Ospedale San Salvatore

L’impiego dei più elevati standard, la fornitura delle attrezzature più complete e sofisticate per la cura delle diverse patologie, la realizzazione di stanze e suite secondo parametri di igiene ed eleganza, fanno di IMPREGILO un punto di riferimento nell’ambito dell’edilizia sanitaria.
In questo settore IMPREGILO ha realizzato sia in Italia che all’estero importanti e moderni complessi ospedalieri che vengono di seguito dettagliati.

  • Ospedale di Lecco: 137.000 m2, 500.000 m3, 950 posti letto, 21 camere operatorie.
  • Istituto Oncologico Europeo di Milano, struttura specialistica all’avanguardia per la diagnosi e cura dei tumori: 29.000 m2, 90.000 m3, 210 posti letto, 7 camere operatorie.
  • Ospedale di Modena: 230.000 m2, 445.000 m3, 800 posti letto, 12 camere operatorie.
  • Ospedale di Careggi, specialistico per la diagnosi e cura delle infezioni da HIV.
  • Ospedale di Poggibonsi: 12.000 m2, 175.000 m3, 200 posti letto.
  • Ospedale di Viareggio: 80.000 m2, 600 posti letto.
  • Ospedale Destra Secchia: 28.000 m2, 450 posti letto.
  • Inoltre, ospedali a L’Aquila, Cerignola e Menaggio.

Luca Antonini, cardiologo dell’ospedale dell’Aquila, ha perso la moglie e il figlio sotto le macerie: «L’ospedale è inagibile perchè qualcuno lo ha costruito male, perché qualcuno ci ha lucrato sopra».

Gian Michele Calvi, membro Commissione Nazionale Grandi Rischi: «Nell’ospedale ci sono stati danni importanti che… sono inaccettabili soprattutto perché si ritiene che un ospedale debba non solo non crollare, ma anche garantire la funzionalità nei momenti di emergenza».

Buon lavoro a tutti i magistrati che stanno indagando.

[grazie per le segnalazioni | via beppegrillo]

Articoli correlati

Rispondi