Terapia genica ed artrite reumatoide

dna genetica

Si è parlato recentemente di terapia genica (vedi ADA-SCID) e se ne continua a parlate. Non esiste più una rivista scientifica che non riporti avanzamenti o risultati ottenuti nella sperimentazioni di queste tecniche. La terapia genica non è un approccio nuovo ma solo ora si cominciano ad apprezzare tangibili risultati.

Uno studio pubblicato sul journal Human Gene Therapy riporta le prime evidenze cliniche che la terapia genica riduce i sintomi in persone affette da artrite reumatoide. La sperimentazione, condotta per ora solo su due pazienti, si basa sui risultati di una precedente ricerca condotta nel 2005. Questa aveva dimostrato che è possibile trasferire in modo sicuro nelle giunzioni articolari di persone affette dalla patologia il gene dell’antagonista del recettore per l’interleukina 1.

Con l’impianto di questo gene è possibile stimolare la produzione della molecola antagonista che serve a bloccare l’azione infiammatoria dell’interleukina 1.

Lo studio, condotto presso il Beth Israel Deaconess Medical Center (Boston-USA), è stato condotto, come precedentemente anticipato, solo su due persone e quindi il campione non è statisticamente significativo per affermarne l’assoluta efficacia, ma comunque, si apre una nuova strada per il trattamento di questa diffusa ed invalidante patologia.

[via bidmc | immagine source]

Articoli correlati

Rispondi