Archivio di febbraio 2009

Farmacia on-line

venerdì 27 febbraio 2009 di Valeria Gatopoulos

Farmacia virtuale per gli studenti dell'Università dello Staffordshire

Chiunque abbia usato un simulatore di vita elettronico sa quanto questo sia accostabile e relativamente fedele alla realtà
L’Università dello Staffordshire del Regno Unito ha finanziato un progetto alquanto alternativo che concilia la tecnologia e l’abilità grafica allo studio.

L’iniziativa apparentemente bizzarra è stata accolta benevolmente presso la facoltà di farmacia. Gli studenti, infatti, hanno la possibilità di esercitarsi al PC osservando i gesti e ascoltando quello che viene detto da un avatar. In parole povere si trovano davanti pazienti virtuali che “soffrono” e che hanno bisogno d’aiuto.

Mimica facciale, dialogo virtuale e giudizio, i pazienti infatti esprimono un feedback finale che può essere positivo o negativo o positivo che permette allo studente di correggersi.

La nuova tecnica che sarà ulteriormente affinata grazie all’impegno dei ricercatori dell’Università di Melbourne, permette agli studenti di testare la loro preparazione, i pazienti virtuali sono infatti in grado di simulare situazioni di pericolo che richiedono un intervento tempestivo e corretto da parte del farmacista.

[Fonte Medgadget]



Tag: , , ,

Cervello maschile e cervello femminile, una risposta viene dall’arte

giovedì 26 febbraio 2009 di Valeria Gatopoulos

Cervello di Charles Babbage

Il professor Francisco Ayala, come mostra un servizio della BBC, ha effettuato uno studio su 20 persone, 10 uomini e 10 donne mostrando loro alcune foto e alcuni dipinti. L’attenzione dei primi cadeva sull’opera d’arte nel suo insieme, mentre le seconde tendevano a concentrarsi sui minimi particolari.

La ragione di questi approcci diversi è da ricercarsi in un diverso utilizzo degli emisferi cerebrali: le donne infatti utilizzerebbero entrambi gli emisferi, gli uomini uno solo. Dalla misurazione dei campi magnetici emessi dal cervello, è risultato che il sesso forte utilizzi soltanto il così detto lobo parietale, quest’ultimo sarebbe in grado di dare una percezione spaziale, elaborare l’esatta sequenza delle azioni da compiere.

Il tutto dipenderebbe da un’evoluzione del cervello avvenuta migliaia di anni fa! Nel momento in cui sarebbe avvenuta la differenziazione dei ruoli il cervello si sarebbe adattato ai nuovi compiti. Per esempio l’uomo destinato alla caccia avrebbe dovuto avere, come infatti è avvenuto, una concezione spaziale ampia, una visione d’insieme per poter osservare tutto, la donna invece la cui principale attività sarebbe stata badare alla prole e alla casa, avrebbe dovuto avere una maggiore attenzione ai particolari.

Potrebbe far riflettere il fatto che l’uomo si sappia orientare meglio della donna, in certi casi riesce ad andare ad intuito, mentre la donna ha bisogno di punti di riferimento, un negozio, una casa, ecc…

Questa maniera di guardare il mondo seguirebbe le stesse dinamiche del giudizio artistico. Gli studi proseguiranno, ma questa potrebbe essere l’ennesima prova che il cervello maschile e quello femminile elaborino e ragionino diversamente!



Tag: , , , ,

Top ten 2009

mercoledì 25 febbraio 2009 di Giulio Bernardinelli

2009

Sulla rivista Technology Review, pubblicata dal MIT, è apparso un piacevole articolo che ha l’intento di individuare quali saranno le innovazioni più significative del 2009.

Nonostante la rivista abbia un carattere interdisciplinare, è importante notare come la presenza di tecnologie utilizzabili in campo biomedico non è minimamente trascurabile. In particolare, si annunciano come rivoluzionarie una nuova tecnica di sequenziamento del DNA ed uno strumento diagnostico a basso costo.

[Continua a leggere »]



Tag: , , , , , ,

HYPER-IMS, sensore di pressione

martedì 24 febbraio 2009 di Federico Illesi

hyper-ims sensore pressione intravascolare

I sensori wireless intravascolari per misurare la pressione non sono certo una novità, ma quello che vi stiamo per presentare è il più piccolo attualmente esistente.

I ricercatori del Fraunhofer Institute (Germania) hanno progettato HYPER-IMS, constatando quanto sia importante monitorare la pressione intravascolare in tutti quei pazienti con particolari patologie. Ad esempio, in persone con la pressione molto alta già a riposo o al contrario la stessa assunzione di farmaci può abbassare la pressione in modo consistente ed è quindi chiaro che occorre un feedback per regolarla in maniera corretta.

[Continua a leggere »]



Tag: , , , ,

SNP Dr, per valutare gli effetti indesiderati

martedì 24 febbraio 2009 di Federico Illesi

test effetti indesideratiI ricercatori dell’Imperial College di Londra hanno sviluppato un dispositivo che potrà aiutare i dottori a predire eventuali reazioni avverse ai farmaci.

Il device, chiamato Single Nucleotide Polymorphism Doctor (SNP Dr, pronunciato “snip doctor”), identifica nei pazienti la presenza di precise sequenze di DNA che possono fungere da marker per potenziali reazioni alla somministrazioni di determinati principi attivi.

Nello specifico, i ricercatori hanno individuato le sequenze di DNA che corrispondono al metabolismo. Un metabolismo lento implica che i farmaci permangano a lungo nell’organismo prima di essere espulsi e quindi maggiori probabilità di causare effetti indesiderati. Al contrario, il farmaco viene metabolizzato velocemente, minimizzando le problematiche connesse all’uso.

SNP Dr è costituito da un sensore capace di individuare queste particolari sequenze di DNA, partendo da un campione di saliva. Operazione decisamente poco costosa e al tempo stesso rapida, soprattutto se paragonata alle normali analisi di laboratorio.

[via medgadget | maggiori informazioni]



Tag: , , , , , ,

Beike, un investimento per la vita

lunedì 23 febbraio 2009 di Valeria Gatopoulos

Le Università di Hong Kong e Pechino, in collaborazione con il municipio di Shenzhen hanno stanziato dei fondi per finanziare la ricerca sulle cellule staminali. Beike, questo il nome dell’azienda biotecnologica -un centro di altissima specializzazione, come ha detto il direttore- conta sull’esperienza di 60 ricercatori qualificati, operante in Cina, paese che a detta del direttore è eticamente superiore dal punto di vista scientifico, rispetto ai paesi occidentali.

Si è sollevato un gran polverone -ha dichiarato il direttore della Bekie, in un’intervista- per quanto riguardava diversi esperimenti sulle cellule staminali che includevano le staminali embrionali, […] che prevedevano la distruzione di un embrione. Nel nostro caso le cellule staminali vengono prese dal cordone ombelicale che viene buttato via, di conseguenza problemi etici non ce ne sono…”

[Continua a leggere »]



Tag: , , , ,

Hydramicina-1: nuovo antibiotico naturale

lunedì 23 febbraio 2009 di Giulio Bernardinelli

hydra

Un nuovo composto con proprietà antibiotiche è stato isolato dall’hydra, un organismo pluricellulare che vive in acqua dolce. Ia sostanza, chiamata hydramicina-1, presenta alcune analogie con due molecole che si trovano nella saliva sanguisuga.

L’hydramicina-1 si rivela essere estremamente efficace. In una serie di esperimenti condotti in laboratorio si è osservato che la proteina è in grado di uccidere un largo spettro di batteri, andando ad interrompere la loro membrana.

Lo studio, coordinato dal professore Grötzinger della Christian-Albrechts-University of Kiel – Germania, ha portato anche alla determinazione della struttura tridimensionale dell’hydromicina-1. A seguito di questi risultati il gruppo propone di raggruppare le due proteine della sanguisuga e l’hydromicina in una nuova famiglia di proteine chiamata macine.

I risultati sono stati divulgati con una pubblicazione sul Journal of Biological Chemistry.

[immagine Wikipedia | maggiori informazioni | via JBC]



Tag: , , , ,

Parole greche in medicina

lunedì 23 febbraio 2009 di PensieriParole

La medicina è l’arte di accompagnare con parole greche all’estrema dimora.

Vedi frase »



Tag:

Cellula in laboratorio

domenica 22 febbraio 2009 di Federico Illesi

Anno II, numero VII

Scarica il PDF a colori

Scarica il PDF a colori »

Scarica il PDF in bianco e nero

Scarica il PDF in bianco e nero »

In questo numero:

  • Cellula artificiale
  • BioPad, un dispositivo di monitoraggio fetale
  • Il cavolo? Un potente anticancro
  • Osteoblasti per la ricostruzione delle ossa
  • Terapia genica ed artrite reumatoide
  • Un validio ausilio per il Pap Test direttamente dagli Usa
  • L’ADA-SCID è una patologia sconfitta
  • Nanotubi e cellule staminali per la ricostruzione delle ossa
  • Butterfly Technology – il dentifricio tecnologico
  • La malattia della diagnosi


Tag:

Lezioni di anatomia con body painting

venerdì 20 febbraio 2009 di Federico Illesi

anatomia body painting

Il professor Paul McMenamin della University of Western Australia ha riportato la sua esperienza di insegnamento di anatomia avvalendosi del body painting sul giornale di Anatomical Sciences Education.

«Essenzialmente – afferma McMenamin – abbiamo utilizzato modelli tridimensionali del corpo umano dove vengono disegnati muscoli e organi per capire dove si trova il sito e vedere il funzionamento».

Si tratta di un’esperienza unica, durata quattro anni, in cui gli studenti hanno potuto studiare muscoli, tendini, vasi sanguigni e altri organi come il cuore con modelli “vivi” su cui di volta in volta veniva disegnata la lezione.
Secondo il professore il body painting non si sostituisce ai normali manuali di anatomia, ma aiuta gli studenti a unire ciò che è scritto nei libri a conoscenze osservate in vivo.

[via ABC | foto McMenamin]



Tag: ,