Un farmaco contro il tumore al polmone

microscopio ottico

È ancora in fase di sperimentazione un farmaco che potrebbe ridurre del 27% la possibilità di ricomparsa del tumore al polmone. Il nuovo farmaco, di cui si è ampiamente discusso ad un congresso tenutosi il mese corrente a Verona, è piuttosto una sorta di vaccino contenente un particolare antigene, noto come Mage A3 che è presente nella gran parte dei malati.
Il ruolo di questo antigene è quello di stimolare la risposta immunitaria, putroppo non sempre l’organismo è in grado di reagire. Il nuovo farmaco sarà quindi in grado di potenziare le difese immunitarie. La sperimentazione ha coinvolto e coinvolge tutt’oggi circa 2000 pazienti che stanno rispondendo positivamente.

Ovviamente non basterà solo questo per curare il tumore, i classici metodi terapeutici rimarranno invariati, quindi il malato non potrà sottrarsi, purtroppo ai cicli di radio e chemioterapia e nei casi più gravi all’intervento chirurgico.

Il tumore al polmone è una piaga diffusa della società moderna, costituisce un quinto dei tumori maligni, probabilmente perchè i fattori di rischio sono svariati e numerosi, lo smog, il fumo attivo e passivo, la persistente presenza di gas o sostante tossiche respirate, sono le cause maggiori. Il vaccino non sarà certo un vaccino simile a quello influenzale, in parole povere potrà essere fatto solo ai malati e non al persone sane, che da parte loro dovranno osservare un comportamento sano per scongiurare l’eventuale comparsa del tumore.

[via UniversoOnLine]

Articoli correlati

Rispondi