Molecole conduttrici

molecole

All’Università di Ferrara sono stati progettate dall’équipe della Prof.ssa Maria Anita Rampi delle nuove molecole che possono formare minuscoli fili lunghissimi a elevata conducibilità.

Dalle pagine della prestigiosa rivista scientifica “Nature Materials”, il Laboratorio di Nanotecnologie e di Elettronica Molecolare del Dipartimento di Chimica dell’Università di Ferrara annuncia in questi giorni la progettazione di nuove molecole che potranno essere utilizzate nel campo della nano-elettronica per formare minuscoli fili lunghissimi a elevata conducibilità.
«Mentre le molecole organiche, anche di piccole dimensioni, sono note comportarsi come isolanti – spiega la Prof.ssa Maria Anita Rampi, docente di Chimica dell’Università di Ferrara e a capo dell’équipe di ricerca – le nuove molecole realizzate vengono facilmente assemblate, anche in “fili” molto lunghi, che sono meccanicamente robusti. Questi “fili” inoltre presentano una caratteristica molto rara, una conducibilità molto elevata, simile a quella dei fili metallici».

Le nanotecnologie costituiscono un nuovo approccio che si basa sulla comprensione e la conoscenza approfondita delle proprietà della materia su scala nanometrica: un nanometro (un miliardesimo di metro) corrisponde alla lunghezza di una piccola molecola. Su questa scala la materia presenta svariate proprietà, diverse da quelle dei macromateriali, il che spiega i diversi settori scientifici che si approcciano alle nanotecnologie.

[via venetonanotech | foto climatemonitor]

Articoli correlati

Rispondi