Ricostruire la sessualità dopo il parto

bambino neonatoIl parto è un momento importante nella vita della donna, forse è proprio durante il parto che la donna si sente veramente madre per la prima volta.
Nelle prime settimane di vita del bimbo, la mamma tende a riversare mille attenzioni e premure sul piccolo, tralasciando i momenti di intimità con il partner. Generalmente, le basta amare suo figlio per amare anche il suo compagno e spesso il suo sentirsi donna si riduce e si appaga nell’accudire il nuovo arrivato.

Questo succede specialmente dopo il primo figlio, un po’ l’incertezza, un po’ il corpo che ha subito delle modifiche, la donna non ha voglia di fare l’amore o magari si sente inadeguata.
Ricostruire l’intimità e la propria identità sessuale è importante e va fatto subito dopo il parto, non appena è possibile ricominciare ad avere rapporti senza creare danni.
Quali sono le cause del calo della libido?

  1. Chimico-fisiologica: tempo fa si parlava di ormoni femminili, di come agiscono, bene subito dopo il parto gli ormoni subiscono un drastico calo.
  2. L’episiotomia
  3. Il parto cesareo
  4. Qualche piccola perdita di sangue
  5. Il carico di responsabilità

Ovviare a questi problemi non è semplice, in primo luogo è bene non forzare le cose e accertarsi di poter aver rapporti con una visita ginecologica, grazie alla quale si potrà valutare se l’apparato riproduttore sia tornato o no a posto, se le ferite e le lacerazioni interne si sono rimarginate e se il taglio del cesareo non rischia di aprirsi durante il rapporto.

In secondo luogo quando il corpo è pronto per avere nuovamente rapporti spesso accade che ci sia una scarsa lubrificazione vaginale, normalissima anch’essa, sarà necessario un lubrificante consigliato dal medico o dal farmacista -non fare mai di testa propria comprando prodotti che possono essere nocivi-

Spesso i visibili segni della gravidanza passata, smagliature, gonfiore, pelle più morbida, ferita del taglio cesareo, sono un ostacolo insormontabile, perchè costituiscono una modificazione temporaneamente inaccettabile del proprio corpo. In realtà questo fattore psicologico è sormontabile, grazie alla presenza assidua di un partner che faccia sentire la donna ancora desiderata e che la comprenda e la inciti senza forzarla.

Fondamentalmente in un anno la donna ritrova la forma fisica che aveva prima della gravidanza, questo processo può essere velocizzato con la ginnastica, evitando diete fai da te che per chi allatta potrebbero ridurre i nutrienti del latte materno o addirittura farlo scomparire.

Detto ciò, non bisogna spaventarsi, è la natura, tutto con il tempo torna al proprio posto e si ristabilisce l’equilibrio che si pensava perduto.

In ultimo è bene far cadere il falso mito della possibilità di concepire durante l’attamento, se da una parte è vero, dall’altra non si può avere la certezza di quando il corpo ricomincerà ad ovulare, quindi a meno che non vogliate altre figli, è bene usare diversi metodi di contraccezione, anche perchè spesso le donne restano incinte prima del capoparto e quindi non si accorgono neanche d’esserlo nei primi mesi.

Articoli correlati

Rispondi