Acomplia sospeso in Europa

acomplia farmaco obesita

Sanofi-Aventis SA, casa farmaceutica francese produttrice della pillola contro l’obesità Acomplia, ha dovuto sospenderne la vendita a causa degli effetti collaterali.

L’Emea (European Medicines Agency) ha infatti chiesto a tutti gli stati membri dell’Unione di sospendere l’autorizzazione all’immissione in commercio a seguito dei test di valutazione rischi-benefici. Nei trials clinici il rischio di disturbi psichiatrici riscontrati nei pazienti che hanno assunto Acomplia è raddoppiato rispetto al gruppo di controllo che ha assunto il placebo. Questi disturbi comprendono anche il suicidio.

Acomplia, messo in commercio in Europa dal 2006 (in Italia da soli 5 mesi), veniva impiegato come terapia aggiuntiva alla dieta e all’esercizio fisico per il trattamento di pazienti obesi, o in sovrappeso, in presenza di fattori di rischio.
L’Aifa, Agenzia Italiana del Farmaco, raccomanda ai pazienti in trattamento con il farmaco di rivolgersi al proprio medico per la prescrizione di una nuova terapia e avverte che non è necessario che i pazienti interrompano immediatamente il trattamento con Acomplia. Il numero verde dell’Aifa è: 800571661.

Acomplia (rimonabant), è un farmaco anoressizzante contro l’obesità. Si tratta di un antagonista per il recettore dei cannabinoidi CB1; il suo principale effetto è quello di ridurre l’appetito a livello mentale.

[via bloomberg, biospace]

Articoli correlati

Rispondi