Auto-trapianto di staminali per non amputare l’arto

cellule staminali trapiantiL’Università Cattolica di Campobasso salva un altro arto: una donna di 72 anni vengono iniettate cellule staminali autologhe prelevate dal midollo per evitare l’amputazione.
In passato avevamo già descritto la tecnica nel dettaglio, qui maggiori informazioni.

La paziente, giunta al nosocomio, era affetta da un’ischemia critica irreversibile e necrosi dei tessuti. I medici hanno dapprima tentato invano altre opzioni terapeutiche, ma l’arto inferiore continuava a peggiorare.
Così all’Ospedale di Campobasso hanno impiegato la nuova tecnica che prevede l’uso di staminali, che vengono iniettate direttamente nella gamba con il preciso scopo di generare vasi sanguigni, per assicurare il circolo sanguigno dove ormai la situazione è compromessa.
L’intervento, come spiegato da Francesco Alessandrini (Direttore del Dipartimento di Malattie Cardiovascolari della Cattolica di Campobasso ) è riuscito e la paziente sta bene, ora bisognerà verificare periodicamente la rivascolarizzazione dell’arto e la ripresa dei tessuti biologici.

Articoli correlati

Rispondi