Connessione neurale artificiale

connessione neurale artificiale scimmiaGli scienziati dell’Università di Washington, sono riusciti a deviare i segnali nervosi dal cervello di una scimmia ai polsi, utilizzando un dispositivo che realizza una connessione artificiale tra neuroni e muscoli.

Nell’esperimento, pubblicato su Nature, Chet T. Moritz et alter è riuscito a dimostrare per la prima volta che una connessione artificiale tra le cellule corticali e i muscoli per compensare una eventuale interruzione al livello del canale spinale che causa una paralisi degli arti.

Al team di Washington va il merito di essere riusciti a decodificare i segnali neurali per il controllo di un computer o di un dispositivo robotizzato: una scimmia, a cui era stata indotta precedentemente una paralisi temporanea con la lidocaina (un anestetico), è riuscita a compiere ugualmente l’esercizio.

chet moritz eberhard fetz

La cosa interessante è che il controllo artificiale funziona in entrambi le direzioni: è possibile afferrare un uovo senza romperlo o piuttosto aggrapparsi con forza a un corrimano per evitare la caduta.
Addirittura gli scienziati hanno osservato che non solo i neuroni correlati con i muscoli del polso possono provvedere al suo movimento, infatti, collegando i muscoli ad altri neuroni, questi erano in grado di garantire l’estensione e flessione dell’arto.

[via medgadget | maggiori informazioni]

Articoli correlati

Rispondi