eIF6, proteina fondamentale per il tumore

microscopioeIF6, questo è un nome che dovrà esser ricordato da chi si occupa in prima linea di trovare una soluzione a tutti i tumori che colpiscono l’uomo: si tratta di una proteina che sta alla base dei meccanismi di crescita dei vari tipi di cancro.

Ci troviamo ancora in uno stadio embrionale della ricerca, tant’è che ha avuto successo solo sui topi al momento. Tuttavia il professor Stefano Biffi, coordinatore dello studio e responsabile del laboratorio di Istologia molecolare e crescita cellulare all’Istituto Scientifico Universitario San Raffaele di Milano, che porta avanti lo studio in collaborazione con l’Università del Piemonte Orientale Amedeo Avogadro e la Northwestern University di Chicago, ha enfatizzato l’importanza di eIF6 che, se mancasse, porterebbe all’immediata morte dell’organismo (sia esso un batterio o l’uomo). La realtà dei fatti vuole che sia estremamente importante proprio nella crescita dei tumori: attraverso un semplice dimezzamento della sua presenza nelle cellule, la trasformazione da sane a tumorali si è ridotta dell’80-90%.

Gli animali sottoposti a test hanno anche dimostrato di esser più magri, con un fegato di dimensioni leggermente ridotte: questo significa che, anche se sarà necessario approfondirlo, ci potrebbe essere un’ulteriore implicazione positiva nella lotta all’obesità.

Il prossimo step obbligato è quello di vedere se questo tipo di interazione proteina-tumori si possa trasportare dalla provetta (in vitro) al caso in vivo.

[via repubblica | maggiori informazioni]

Articoli correlati

Rispondi