Telefono per sordi

hypophone telefono cellulare per sordi

Conosco personalmente una ragazza sorda che per comunicare col cellulare al momento ha un’unica possibilità: inviare sms.

Presto però anche le persone affette da ipoacusia o sorde potranno usare il telefono cellulare. Negli Stati Uniti è stato infatti realizzato un apparecchio portatile per non udenti da parte di un gruppo di ricercatori dell’University of Washington.

Gli ingegneri in collaborazione col personale medico hanno sviluppato un software speciale, che permette di usare il linguaggio dei segni per comunicare tramite cellulare.
L’apparecchio è già una realtà e ha permesso di portare avanti una comunicazione bilaterale, in tempo reale. Il video della chiamata è disponibile nella continuazione del post.

Il progetto si chiama MobileAsl ed ha come obiettivo quello di eliminare delle “barriere architettoniche virtuali” che insistono nelle telecomunicazioni.

I software che gestiscono attualmente una video-chiamata applicano una compressione elevata per riuscire a trasmettere in tempo reale alcuni fotogrammi, nei quali si perdono inevitabilmente dettagli o movimenti veloci.
MobileAsl interviene in questo contesto mediando tra compressione e qualità video: un algoritmo rileva la pelle e seleziona quindi delle aree importanti nell’immagine e successivamente si discernono le zone di movimento che verranno compresse “poco”.

Il risultato è sempre un video compresso, che lascia però all’utente una corretta percezione dei movimenti per permettere una conversazione tra due persone che si parlano con il linguaggio dei segni.

[maggiori informazioni]

Articoli correlati

Rispondi