AIDS: curare tutti entro il 2010

logo aids hivPortare cure efficaci per l’HIV ovunque entro il 2010: questo il messaggio che si leva unanime da Città del Messico, luogo scelto perla conferenza mondiale sull’AIDS e che ha riunito oltre 25000 persone, tra esperti e attivisti, che insieme stanno cercando una soluzione non solo per combattere alla radice questa malattia, ma soprattutto per portare medicinali antivirali e il concetto di prevenzione.

Nel mondo si contano circa 33 milioni tra adulti e bambini colpiti da HIV, con una leggerissima flessione dal 2001 al 2007 di nuovi casi (passati infatti da 3 milioni per anno a 2.7 milioni): tuttavia stiamo parlando ancora di numeri estremamente elevati, che dovrebbero far preoccupare.

Gli esperti dell’Unaids, Nazioni Unite per la lotta all’AIDS, parlano proprio di stabilizzazione dell’epidemia, ma la conta lascia davvero sbalorditi: 22 milioni di infetti in Africa sub-sahariana, 4.2 milioni nel sud-est asiatico e in Asia meridionale, 1.7 milioni in America Latina, 1.5 milioni in Europa dell’est e Asia centrale, 1.2 miloioni in nord America, 740.000 in Asia orientale, 380.000 in Medio Oriente e Nord Africa, 230.000 ai Caraibi, 74.000 in Oceania e 730.000 in Europa occidentale.

Tanti, troppi forse. L’unica cosa che commenta questi numeri non è un discorso retorico sull’attenzione, ma un’unica parola: prevenzione, sempre e comunque, tramite l’uso di preservativi.

[via repubblica]

Articoli correlati

Rispondi