Trapianto di neuroni grazie alle staminali

cellule neurone staminali

Ricercatori del Burnham Institute for Medical Research in La Jolla (California), hanno per la prima volta convertito cellule staminali in cellule del tessuto nervoso e iniettate all’interno del cervello di una cavia. Il trapianto e l’attività delle cellule è stata perfetta senza osservare pericolose formazioni tumorali.

Dopo varie ricerche condotte dallo stesso team, il gruppo è riuscito a far differenziare delle cellule staminali in neuroni. A volte però le cellule ottenute erano simili, cellule del ganglio, ma con proprietà e durata di vita inferiori.

Il dottor Lipton ha risolto questo difficile quanto importante problema inducendo le staminali a esprimere una proteina, scoperta in laboratorio, chiamata fattore di crescita dei miociti 2C (MEF2C).
MEF2C è un fattore di trascrizione che guida uno specifico gene a formare i progenitori delle cellule neurali, uno step obbligato per ottenere poi tessuto nervoso privo da cellule cancerogene. Le cellule così ottenute sono state poi trapiantate nel cervello delle cavie continuando il loro percorso di crescita e sviluppo.

Il prossimo passo dell’équipe sarà capire come queste cellule riescono ad integrarsi con quelle già presenti formando dei nuovi network. Un primo fatto osservato nel modello animale è un beneficio cognitivo.

[via medgadget | foto wellcome]

Articoli correlati

Rispondi