Sigarette nei polmoni

L’ADESF (Associação de defesa da saùde do fumante, associazione di difesa della salute dei fumatori), ha commissionato uno spot pubblicitario molto chiaro ed eloquente.

Fumare fa male, lo sanno tutti e c’è scritto persino sui pacchetti, ma allora perché continuare? Si rischia il tumore ai polmoni e altre patologie strettamente connesse al fumo.

Un oncologo, di cui non ricordo il nome, a un congresso disse: «Qualcuno berrebbe mai una bibita se sull’etichetta ci fosse scritto “Attenzione pericolo di morte”?». Purtroppo chi continua a fumare persevera un atteggiamento molto simile a questo.

Articoli correlati

Una risposta a “Sigarette nei polmoni”

  1. lorenza scrive:

    Il pezzo sul fumo è interessante, ma io credo che nn sia così facile … cioè magari si inzia per scherzo o cmq nn ci si rende conto, ma una volta preso il via è proprio complicato smettere! diventa proprio un bisogno e se viene a mancare il fisico e la mente ne risentono tanto da trascurare tutto ciò che viene detto di negativo…poi a forza di scrivere le frasi sui pacchetti la mente si è abituata e non pone più caso, senza darci troppo peso, uno stesso psicologo fumatore me lo ha detto.
    E’ tipo lo sport, come a me che piace correre, e non riesco più a farne a meno per troppo tempo…ma se mi fossi casualmente avvicinata “troppo al fumo”, chissà….

Rispondi