PTC124 farmaco orale in fase 2b per Distrofia muscolare Duchenne e Becker

ptc124 farmaco Distrofia muscolare Duchenne e Becker

Dopo l’intervista al prof. Giulio Cossu in cui veniva citato un nuovo farmaco in fase di sperimentazione chiamato PTC124, sono giunte numerose email con richieste di informazioni.
Cito direttamente dal sito Parentproject.org, associazione ONLUS creata da genitori con figli affetti da Distrofia muscolare Duchenne e Becker, un illuminante articolo scritto da Francesca Ceradini.

Il PTC124 è un nuovo farmaco per uso orale in via di sperimentazione di fase 2 per il trattamento di malattie genetiche causate da mutazioni di tipo “non senso”.  


Studi pre-clinici, effettuati su modelli animali, hanno dimostrato l’efficacia del PTC124 nel ripristinare la produzione di una proteina completa e funzionale. Con i trial clinici di fase 1 è stata dimostrata la non tossicità del PTC124 per l’uomo per le concentrazioni plasmatiche associate agli esiti positivi negli studi pre-clinici. Inoltre, le sperimentazioni cliniche di fase2a hanno confermato il principio di efficacia del PTC124 nel caso di mutazioni “non senso” in pazienti affetti da distrofia muscolare di Duchenne e da Fibrosi Cistica. 
Il PTC124 è già designato dall’FDA come “orphan drug” (farmaci orfani) per il trattamento della Fibrosi Cistica e della DMD causate da mutazioni “non senso”.  

Lo sviluppo del PTC124 è stato reso possibile anche grazie ai fondi forniti dall’associazione Parent Project americana (PPMD).

La PTC Therapeutics Inc. (PTC) ha annunciato ufficialmente l’avvio di un trial clinico internazionale di fase 2b per l’uso di PTC124 per trattare pazienti affetti da distrofia muscolare di Duchenne e Becker causata da mutazione “non senso”.

L’obiettivo primario della sperimentazione clinica è di valutare l’efficacia del farmaco sulla capacità di deambulazione. 


Circa il 13% dei ragazzi colpiti da distrofia muscolare di Duchenne e Becker hanno un codone di stop prematuro nel gene della Distrofina. Da alcuni anni la PTC Therapeutics, una società biofarmaceutica americana specializzata nella scoperta e nello sviluppo di piccole molecole farmacologiche che intervengono sui meccanismi molecolare post-trascrizionali, ha sviluppato un nuovo tipo di farmaco sperimentale che permette al macchinario cellulare di ignorare il segnale di stop e di continuare così la corretta lettura del gene. Si tratta del PTC124, un farmaco per uso orale già designato dall’FDA come “orphan drug” per il trattamento della Fibrosi Cistica e della DMD causate da mutazioni “non senso”.  


Il trial clinico, con inizio previsto entro gennaio 2009, è di fase 2b, multicentrico, e con un protocollo doppio cieco controllato con placebo. I pazienti selezionati, suddivisi in maniera casuale in 3 gruppi, riceveranno una delle 2 dosi previste di PTC124 o il placebo 3 volte al giorno per 48 settimane. I pazienti che possono rientrare nell’arruolamento per la sperimentazione devono possedere alcuni criteri fondamentali: essere maschi oltre i 5 anni di età, avere una mutazione di tipo “non senso” ed essere in grado di percorrere almeno 75 metri in 6 minuti (definito test 6MWD, Distanza Percorsa in 6 Minuti). 


La PTC Therapeutics prevede di arruolare 165 pazienti, ripartiti in 35 centri di sperimentazione in tutto il mondo. Se, una volta finite le 48 settimane di sperimentazione, le valutazioni sull’effetto del PTC124 saranno positive, i partecipanti – inclusi quelli che hanno ricevuto il placebo – potranno essere arruolati per uno studio open-label estensivo di 1 anno durante il quale verrà somministrato il farmaco al dosaggio più efficace.

[maggiori informazioni]

Articoli correlati

Rispondi