Lyrica riduce il dolore nella fibromialgia: risultati

lyrica

Il Lyrica nel corso di quest’anno di prescrizione, come già discusso, ha ridotto il dolore in pazienti affetti da fibromialgia indipendentemente dal fatto che essi presentavano sintomi di ansia o depressione, all’inizio dello studio, secondo un pool di analisi presentato da poco alla riunione annuale dell’American Academy of Neurology. L’analisi, che ha tenuto conto di dati ricavati da precedenti studi clinici, ha fatto emergere che i pazienti che hanno riferito un miglioramento più strettamente associato con il miglioramento del sonno oltre che del dolore con miglioramenti nella faticabilità e dei sintomi di ansia o depressione.

La Fibromialgia è la patologia più comune di dolore cronico composta da dolori diffusi risultato di cambiamenti neurologici nel modo in cui i pazienti percepiscono il dolore. La fibromialgia è generalmente accompagnata a scarsità di sonno, stanchezza e rigidità muscolare.

I dati hanno dimostrato che il Lyrica ha ridotto il dolore nei fibromialgici, e alleviato il dolore nei pazienti sani sottoposti a dolore evocato. Comprensibilmente, molti pazienti con dolore cronico sviluppano una condizione comela fibromialgia associata all’esperienza della depressione e di ansia, ed è stato riscontrato che il Lyrica ha contribuito a ridurre il dolore nei pazienti indipendentemente dalla presenza di sintomi o condizioni psicosomatiche.

Informazioni sul Analisi:

I risultati arrivano da un pool di analisi dei dati di tre studi clinici controllati con placebo (8 settimane, 13 settimane e 14 settimane) di Lyrica in più di 2000 pazienti affetti da fibromialgia. In questi studi randomizzati il paziente riceveva 150 mg di Lyrica, 300 mg, 450 mg o 600 mg oppure le stesse grammature ma di placebo. I pazienti sono stati invitati a misurare il loro dolore su una scala da 0 a 10 (VAS); la base-line per partecipare allo studio è stata di un punteggio di 7. Un punteggio da 4 a 7 è considerato dolore moderato. Un punteggio maggiore di 7 è considerato dolore da moderato a grave.

Negli studi, il 38% dei pazienti aveva fibromialgia da moderata a grave con sintomi di ansia, mentre il 27% aveva dolore da moderata a grave con sintomi depressivi, valutate con l’Hospital Ansia and Depression Scale (HADS). I Pazienti con grave depressione o con condizioni psichiatriche instabili sono stati esclusi dagli studi.

Le nuove analisi hanno confermato che il Lyrica è stata significativamente più efficace del placebo nel ridurre il dolore nei pazienti con fibromialgia. I pazienti che hanno ricevuto 600 mg al giorno di Lyrica hanno avuto una riduzione del dolore di 2,5 sulla scala del dolore; 450 mg al giorno ha subito una riduzione di 2; 300 mg al giorno ha subito una riduzione di 1,8; 150 mg al giorno ha subito una riduzione di 1,3, e quelli trattati con placebo hanno avuto una riduzione di 1. Inoltre, il Lyrica è stato somministrato indipendentemente dal fatto dei sintomi di ansia o depressione.

L’analisi ha anche esaminato il rapporto tra i miglioramenti di dolore con miglioramento di sonno, stanchezza, ansia e sintomi depressivi tramite un auto-valutazione del miglioramento generale della qualità di vita (rapporto miglioramento dolore/umore).

Gli effetti indesiderati più comuni in un pool di analisi rispetto al placebo di questi tre studi sono stati vertigini e sonnolenza, seguita da aumento di peso, visione offuscata e secchezza delle fauci. Quello già riportati come tali dalla casa produttrice.

Il Lyrica, quindi non è un farmaco terapico strettamente detto, poichè nella fibromialgia non è una vera e propria malattia, ma è quella che può essere definita una sindrome, ossia un corredo di segni e sintomi ad eziologia variabile, ed in questo caso ignota. Gli studi recenti la definiscono non come una connettivopatia, quindi una malattia su base autoimmune ad eziologia lesionale, ma una sregolazione del controllo e delle sensazioni dolorifiche ad origine centrale a meccanismo occulto. Questo è il motivo per cui non agisce su tutti e non allo stesso modo.

Articoli correlati

5 Risposte a “Lyrica riduce il dolore nella fibromialgia: risultati”

  1. raffaela trequattrini scrive:

    C’è un grosso problema, però, con il lyrica: fa ingrassare da morire! E non solo… Altera anche il metabolismo sicché riperdere poi i chili acquisiti diventa difficilissimo. Non credo che questo faccia bene all’umore, anzi, ne ho la conferma avendo due conoscenti che, affette da fibromialgia, dopo un periodo di lyrica sono cadute in depressione per aver perso completamente la linea.

  2. sara scrive:

    anche io come te sono perfettamente d’accordo sul fatto dell’efficacia dei farmaci,antidepressivi e antimialgici,sono stufa faccio da cavia da cinque anni,l’unico paese che è cosi’ indietro è solo l’italia dove il malato di fibro non è che un esperimento umano….e considerato un malato psichiatrico!!!!!!!basta!!!!!!!!!

  3. simona scrive:

    prendo Liryca da 3 mesi e vi poso garantire che ha efetto su fibromialgia, non ho piu dolori come prima, anche se non sono spariti del tutto,riesco a dormire, prima non ho dormito x anni interi, non e sparita invece la stancheza, non riesco a caminare piu di 20 min, anche x il fatto che sono pesante, ho preso 10 kili al instante e non riesco a perdere peso anche se non mangio…..

  4. pinaferrara scrive:

    grazie per le interessanti informazioni-Inizio oggi con Lyrica,ho già provato moltissimi prodotti,spero di trovare un piccolo miglioramento:

  5. Rosanna scrive:

    Ho assunto lyrica per 1 anno ho preso 10 kg ora ho sospeso da un mese ma non riesco a perdere peso e’ normale?La cosa mi deprime in Attesa di riscontro
    Rosanna

Rispondi