Lyrica contro la fibriomialgia

Circa un anno fa, il 21 giugno 2007 la FDA ha approvato il Lyrica come primo farmaco per il trattamento della fibromialgia. Lyrica non può essere inteso come una cura, ma può ridurre la sintomatologia nei pazienti affetti da dolore fibromialgico.

La fibromialgia è una malattia cronica dei muscoli e dei relativi tessuti connettivi, compresi i legamenti e tendini. I suoi principali sintomi sono dolore muscolare, affaticamento, disturbi del sonno, e linkage dei punti in determinati punti trigger del corpo. La fibromialgia colpisce circa 4,5 milioni di persone negli Stati Uniti ogni anno. La malattia colpisce soprattutto le donne e in genere si sviluppa intorno ai 30 , secondo la FDA.

Non vi è alcuna prova o test per definire la diagnosi di fibromialgia. I Medici fanno diagnosi dopo lo svolgimento di esami fisici, valutazione dei sintomi, ed esclusione di altre condizioni. Il Lyrica, già approvato dalla FDA per il trattamento del dolore cronico di tipo neuropatico compresa la neuropatia diabetica. Il farmaco riduce anche alcune forme di crisi epilettiche. Lyrica riduce il dolore e migliora le funzioni di tutti i giorni per alcuni pazienti affetti da fibromialgia.

L’approvazione di questo farmaco ha segnato un importante passo avanti, e fornendo una miglioramento della qualità di vita per i numerosi pazienti che hanno ricevuto sollievo dal dolore con Lyrica Tuttavia, rimane un’ampia fascia di pazienti che non hanno tratto vantaggio nel corso della cura. Questo ha quindi spinto la Pfizer ha condurre nuovi studi per poter fare nuovi progressi per il trattamento di questa malattia ad eziopatogenesi occulta.

Ecco i risultati dei test sui pazienti fibromialgici in cura con Lyrica.

1) Le persone con fibromialgia hanno esperienza di dolore diverso da altre persone. Gli studi hanno dimostrato che tali pazienti hanno ridotto il dolore dopo l’assunzione di Lyrica, ma il meccanismo mediante il quale Lyrica agisce non è noto.
2) La FDA ha approvato il Lyrica per il trattamento della fibromialgia sulla base di due studi clinici che comprendeva circa 1800 pazienti con fibromialgia. Le prove sostenute nel trattamento della fibromialgia a dosaggi di 300 mg o 450 mg al giorno, secondo la FDA.

Effetti collaterali del Lyrica:
Gli studi clinici per il trattamento della fibromialgia, sono i più comuni effetti indesiderati rappresentati da lieve a moderata vertigine e sonnolenza. Visione offuscata, aumento di peso, secchezza delle fauci, e gonfiore delle mani e dei piedi. In linea di massima, problemi ritentivi.

Gli effetti indesiderati sono direttamente correlati alla dose del farmaco. Il Lyrica può danneggiare la funzione motoria e causare problemi di concentrazione e attenzione. La FDA consiglia ai pazienti di parlare con il loro medico o altro operatore sanitario se l’uso di Lyrica riduce la loro capacità di guidare.

Il Lyrica è prodotta dalla Pfizer ed è già stato prescritto per 5 milioni di pazienti in tutto il mondo per il trattamento della fibromialgia.

Articoli correlati

9 Risposte a “Lyrica contro la fibriomialgia”

  1. Lyrica riduce il dolore nella fibromialgia: risultati - BioBlog scrive:

    [...] Lyrica nel corso di quest’anno di prescrizione, come già discusso, ha ridotto il dolore in pazienti affetti da fibromialgia indipendentemente dal fatto che essi [...]

  2. Riccardo scrive:

    Salve,
    Sono un giovane 22enne affetto da dolori cronici nati dopo un intervento di micro-neurochirurgia ricostruttiva per una lesione di presso brachiale causata da un terribile incidente motociclistico, e da 5 anni convivo con questi insopportabili dolori che mi impediscono spesso addirittura di dormire,
    circa 2 anni fa mi prospettano l’idea di iniziare un’altro tipo di terapia del dolore con un questo farmaco…
    La stessa sera vedo di informarmi e, nella scheda del “rivoluzionario” farmaco (almeno così me l’hanno prospettato) leggo tutte le decine di effetti indesiderati tra i quali anche un aumento del dolore e mi è sorta questa domanda…
    MA COME SI FA A METTERE IN COMMERCIO UN MEDICINALE CHE CURA UN PROBLEMA E NE CREA ALTRI 3?????
    Sinceramente non mi so rispondere e spero che qualcuno di voi possa…
    Saluti
    Riccardo D.

  3. pamela scrive:

    salve.vorrei avere informazioni su questo farmaco,sono una ragaza di 25 anni e ho la fibromialgia,ereditata sicuramente da mio padre ,a lui e’ stata diagnosticata nel 96′ circa..ma nessuna cura ha funzionato,come possiamo metterci i contatto con qualcuno che possa prendere in considerazione la nostra situazione,ed eventualmente come e dove possiamo ottenere questo farmaco….chissa’ ..magari sara’veramente miracoloso..vi ringrazio anticipatamente.e mi auguro di ricevere presto una vostra risposta.

  4. raffaela trequattrini scrive:

    Avevo già scritto, ma è stato cancellato, il fatto che il lyrica provoca assai spesso un consistente aumento di peso. Ma quel che è peggio, trattandosi di un effetto cronico, ovvero che non scompare dopo l’interruzione del farmaco, può provocare la psoriasi.
    Vi sembra etico che i medici prescrivano questo farmaco non informando i pazienti su questi suoi probabili effetti collaterali? L’aumento di peso è citato nel foglio illustrativo, ma i medici minimizzano ripetendo sempre la stessa frase: “ho tanti pazienti che lo prendono e non sono ingrassati”, affermazione assolutamente falsa nonché irrilevante perché quand’anche vi fossero persone che con il lyrica non ingrassano, la possibilità che ciò avvenga è comunque piuttosto alta per cui l’etica professionale direbbe che andrebbe evidenziata.
    Per quanto riguarda la psoriasi, poi, il rischio di contrarla non appare neppure nel foglio illustrativo.
    Dovreste vergognarvi di mettere a repentaglio la salute fisica e mentale di persone già sofferenti pur di condurre le vostre sperimentazioni. E poi a che pro? Quando ciò che oggi scrivo, al momento ignoto ai più, sarà necessariamente “ufficializzato”, nessun medico si assumerà più la responsabilità ed il rischio di prescrivere il vostro farmaco senza prima avvertire i pazienti di TUTTI i suoi possibili effetti collaterali.

  5. Peppe scrive:

    Salve mio padre ha avuto un ictus e non riesce a muovere il braccio e la gamba dx e gli da male il braccio il medico gli ha prescritto il lyrica ma altri due medici glielanno tolto adesso mio padre ha un dolore al braccio e non riesce a dormire cosa devo fare? Mio padre ha 74 anni e non ha mai sofferto di niente fino a quel maledetto giorno del 10dicembre 2010 sono comparsi tutti i problemi. Vi ringrazio e aspetto una vostra risposta.

  6. gigliola scrive:

    Provato prima una compressa al dì 75 successivamente due compresse 75 al dì. SOSPESO TUTTO in quanto mi aveva provvocato già dall’inizio prima mattina al risveglio) immobilizzazione del corpo escluso testa. Successivamente dolori frontali, crisi di panico e stato fisico peggiore di prima di iniziare la cura.

  7. Anna scrive:

    Io abito in germania da 10 mesi e me l’hanno diagnosticata qui dopo 10 anni di visite di tutti i generi in italia! Qui sembrano piu’ avanti o comunque prendono in considerazione la “malattia”, pero’ mi hanno prescritto ogni tipo di antidolorifico e miorilassante ma ahime’ non funziona, anzi crea umore pessimo, ansia, e non risolve il problema per niente. Comunque qui ne parlavano spesso di questo LYRICA, ma mi e’ stato assolutamente SCONSIGLIATO.
    Grüße von Deutschland

  8. giuseppe scrive:

    io assumo lyrica per i dolori da algie facciali …
    a parte che i dolori si sono ridotti di molto da quando uso questo famaco ,sugli effetti negativi ,a un mese dall ‘inizio della cura non ne avuto molti a parte un po di sonno in piu ma mi sono accorto che o preso qualche kg in piu ….
    per questo o iniziato a fare tanti movimentoi e praticare attivita sportiva….

  9. anna scrive:

    salve! io ho 46 anni e per anni ho sofferto di fibromialgia di cui mi rendeva invalida a non riuscire a far nulla dal dolore che si estendeva in tutto il corpo.
    Nel dicembre 2009 mi e’ stato consigliato da una mia cara amica di fare un massaggio a mese di cui si chiama decontratturante (metodo incas) o vedi sito di Stecca Claudio . Vi avviso che è molto doloroso ma poi ne vale la pena . con l’andare dei mesi ci si sente meglio anche psicologicamente e i gran dolori scompaiono. La nostra rigidità deve essere tolta e capire perchè abbiamo queste barriere ce non ci permettono di viviere senza dolore.
    andate a vedere il sito scrivendo solo Claudio Stecca. salute a tutti voi. Anna

Rispondi