INVOcell per la fecondazione in vivo

invocell fecondazione La BioXcell ha appena ricevuto l’approvazione dall’ente europeo per la commercializzazione di INVOcell, un dispositivo per che facilita e assiste la fecondazione.

INVOcell è prodotto innovativo destinato a rivoluzionare i trattamenti per l’inferitilità ed è costituito da una sorta di incubatrice per mantenere gli ovociti, dopo la fecondazione, nella cavità vaginale materna.
L’idea è di sostituire la provetta per la fecondazione artificiale in vitro (IVF, in vitro fertilization) con l’ambiente naturale materno, in modo da migliorare lo sviluppo iniziale dell’embrione, aiutato da INVOcell.

La procedura INVO, sicuramente più e semplice e meno costosa rispetto a quella in vitro, prevede che l’ovulo e lo sperma siano uniti all’interno di INVOcell e il tutto inserito nella cavità vaginale e lasciato lì per circa 3 giorni.

Rusty Warren, direttore esecutivo di BioXcell, ha affermato: «Il dispositivo INVOcell e la procedura sono stati sviluppati dal Dottor Claude Ranoux e l’approvazione è giunta dopo l’esame di oltre 800 casi clinici di infertilità pubblicati in letteratura, che hanno impiegato il prototipo mostrato in foto sopra. INVOcell è un dispositivo progettato e fabbricato negli Stati Uniti da un’azienda certificata ISO-13485».

INVOcell potrebbe arrivare in Europa ed essere disponibile per la vendita già da quest’anno, mentre l’uscita negli Stati Uniti è prevista per il 2009.

Articoli correlati

Rispondi