Massaggi e ipnosi per smettere di fumare

massaggio ipnosi smettere di fumare

Arriva il massaggio ipnotico per smettere di fumare: funziona all’85%, resistono solo gli iper razionali.

La manipolazioni e le carezze ad hoc, abbinate all’ipnosi, riescono a liberare per sempre il tabagista pentito dalla schiavitù della sigaretta.
La nuova tecnica, battezzata “Dipnotic Massage”, è già stata sperimentata su 1.500 irriducibili in alcuni studi psicologici di Roma e Milano e si annuncia efficace all’85%, spiega l’Associazione fisioterapisti e pazienti italiani (Afpi). Gli unici che resistono ai suoi benefici sono le persone iper-razionali, dotate di scara immaginazione.

La tecnica è stata ideata dallo psicologo e fisioterapista Gilberto Di Benedetto e dallo
psicologo Stefano Benemeglio e prevede un ciclo che può comprendere da due a sei sedute.
Inizialmente i costi si aggireranno attorno ai 100 euro a seduta, fa sapere l’Afpi, ma la speranza è di ottenerne il rimborso a livello Statale o quantomeno la possibilità di detrarre le spese dalla dichiarazione dei redditi.

Secondo l’associazione, che presto chiederà una convenzione con il Sistema sanitario nazionale, l’ambulatorio del fisioterapista è il luogo ideale in cui praticare il nuovo massaggio. Per questo l’Afpi si prepara anche ad attivare appositi corsi di formazione per insegnare e diffondere la tecnica.

Gli inventori del “Dipnotic Massage” sono convinti che abbinare l’ipnosi al massaggio comunichi, attraverso le mani, delle induzioni non verbali all’inconscio del paziente. Che, rilassato e libero da stress e altri condizionamenti, diventa più sensibile alla successiva induzione verbale prevista dall’ipnosi. Chi si sottopone a questa metodica imparerà a odiare sia l’odore sia il sapore della nicotina e non sentirà neppure il bisogno di compensare la mancanze della sigaretta con il cibo o altri surrogati.

[foto chakramassage]

Articoli correlati

2 Risposte a “Massaggi e ipnosi per smettere di fumare”

  1. Giuseppe Alessandro Valerio scrive:

    Gilberto di Benedetto non lo conosco, ma Stefano Benemeglio si, e le mani adosso da lui non me le farei mettere. Ad ogni modo “Dipnotic” deriva da Ipnosi Dinamica. Un tipo di ipnosi che non prevede induzioni verbali ma solo di tipo NON verbale, come l’utilizzo di simboli, gesti e suoni paraverbali (mugolii, nenie, onomatopee), che inducono lo stato di trance. é molto rapido come metodo di induzione, ma l’efficacia terapeutica dipende dalla capacità dell’ipnotista e soprattutto dalla sua etica professionale

  2. andreA DE LIBERA scrive:

    Caro giuseppe conosco il dott Di Benedetto persona seria e leale guardati il suo sito http://www.ipnoionoterapia.com

Rispondi