Primo uomo incinto all’ottavo mese

uomo incintoIl Daily Mirror ha pubblicato in queste ore anche nel sito web la foto del transessuale Thomas Beatie, il primo uomo incinto, che fra poche settimane darà alla luce una bella bambina.

Thomas, ormai all’ottavo mese di gravidanza, è stato fotografato nel suo giardino in T-shirt come un normale genitore in attesa del lieto evento. La normalità e la spensieratezza trasmessa sono solo apparenti. Il suo caso ha fatto il giro del Mondo grazie al tam tam mediatico e sicuramente, quando la bimba nascerà, le maggiori testate giornalistiche si contenderanno foto e servizi, vista la curiosità e l’attenzione sul caso mostrata dal pubblico.

Per chi ancora non sapesse la storia, Thomas era una donna diventata da qualche anno uomo, ma conservando i genitali.
La moglie, non potendo avere figli nemmeno tramite inseminazione artificiale, ha lasciato l’onere al marito, il quale ha già dichiarato di tornare nel ruolo di padre non appena la piccola nascerà.

Articoli correlati

5 Risposte a “Primo uomo incinto all’ottavo mese”

  1. Enrico scrive:

    La stampa internazionale ha un pò ricamato su questa cosa “dell’uomo incinto”.
    Scritta così sembra chissa cosa, invece si tratta di una donna che ha fatto una plastica (riduttiva, d’asporto) al seno e successivamente ha interrotto il regime terapeutico restando in cinta con la fecondazione assistita.

    Insomma, niente “uomo che resta incinto”.
    Niente di miracoloso.
    Una donna che ha deciso di avere un bambino, tutto qui 😉

  2. Andrea H. scrive:

    Beh ovvio ormai è diventato un caso per far soldi e vendere copie…

  3. Perbacco scrive:

    Ma quale “uomo incinto”, quello è nato donna, e anche se esternamente ora è un uomo, ha mantenuto internamente gli organi femminili, quindi che notizia “bomba” è mai questa!
    Ah già per farsi pubblicità….

  4. Straniera in italia... scrive:

    Lei si è dimenticata che la natura l’ha fatta femmina e cosi pare che lei non si è accorta che abbiamo in questa terra maschi e femine come essere umani che siamo. Uno per fare e un altro per generare. Doveva lei chiedere a Dio di venire maschio. Allora, cambiando o no il suo sesso, i genitali e tutto il resto che una donna ha bisogno per generare un bambino è rimasto dentro e cosi è rimasta incinta, questo vuol dire che sua moglie essendo anche una donna (2 donne insieme) non era riuscita ad avere un bambino, forse la natura vuole che lei capisca di non dimenticare che è venuta come donna e morirà come una donna.

  5. Nunzia scrive:

    mio Dio è una cosa strana ma è donna quello!!!!!!

Rispondi