Genesi della depressione

Sistema Serotoninergico

Perchè alcuni individui sono più soggetti alla depressione? Il tipo di vita che si conduce è importante, ma non spiegherebbe tutto. Per questo si attribuirebbe anche una componente fisica alla malattia.

Ecco che cosa succede nell’organismo di una persona predisposta alla depressione quando si verifica un evento stressante.

  1. Una situazione faticosa provoca l’attivazione delle vie dello stress attraverso l’ippocampo e l’ipotalamo. Il cervello libera allora un ormone, l’ormone adrenocorticotropo (Acth), che va ad attivare la ghiandola surrenale.
  2. Stimolata, la ghiandola surrenale produce cortisolo, che a sua volta torna al cervello. In una persona depressa il cortisolo non interrompe le vie dello stress e si accumula pericolosamente.
  3. L’eccesso di cortisolo blocca la formazione di nuovi neuroni nell’ippocampo, regione in cui si attivano i meccanismi di regolazione dell’umore.
  4. Il cortisolo agisce ugualmente sulla comunicazione tra neuroni, bloccando i recettori stimolati dalla serotonina, molecola molto importante per i meccanismi dell’umore.

La depressione si può dividere in 4 categorie in base alle fasi che vengono espresse ed oggi si possono curare con farmaci di seconda generazione che agiscono sulla regolazione diretta e la ricaptazione della serotonina.

Articoli correlati

Una risposta a “Genesi della depressione”

  1. Farmaci Antidepressivi di seconda generazione - BioBlog scrive:

    […] completamento dell’articolo sulla genesi della depressione, è mio dovere delineare quali sono oggi i farmaci antidepressivi di nuova […]

Rispondi