Botox per il naso

tossina botulinicaIn un articolo di settimana scorsa, avevamo parlato della tossina botulinica ad uso puramente clinico, nelle patologie neuromuscolari, delle quali sono appena state definite le linee guida per il trattamento.

Ormai il Botox viene usato ampiamente e con facilità soprattutto nella chirurgia estetica e non solo le rughe ma anche per i ritocchi al naso, attraverso microiniezioni con cui si rilassano i muscoli del viso e filler riempitivi a base di acido ialuronico.

L’effetto combinato può modellare la parte con risultati talvolta molto simili a quelli di una rinoplastica.

Il vantaggio è evidente: si evita un’operazione in anestesia generale. Siccome poi l’effetto è temporaneo, con il tempo ci si può ritoccare in modo diverso.

Articoli correlati

Rispondi