Criticare l’immagine del corpo per combattere l’obesità

ObesitàRicercatori dell’Oregon Research Institute (ORI) coordinati da Eric Stice hanno trovato che il loro programma di prevenzione dell’obesità ha ridotto il rischio di insorgenza di disturbi alimentari del 61 per cento e l’obesità del 55 per cento nelle giovani donne. Questi effetti continuato per la durata di osservazione di 3 anni dopo che il programma si è concluso.

Questi risultati sono degni di nota, perché, ad oggi, l’idea di essere in grado di ridurre i rischi di insorgenza di disturbi alimentari e obesità è stato un obiettivo irrealizzabile: oltre 80 programmi di prevenzione sono stati valutati, ma nessun programma precedente è stato rilevate in maniera significativa da ridurre i rischi per l’insorgenza di questi gravi problemi di salute.

Finanziato dal National Institutes of Health (NIH), Stice ha studiato i disturbi del comportamento alimentare per 18 anni. Egli ha condotto questa linea di ricerca alla Stanford University e alla University of Texas, e ora continua all’Oregon Research Institute. Egli è attualmente finanziato dalla NIH per condurre due studi di ricerca con ulteriori test somministrati alle giovani donne.

Questo programma di prevenzione obesità, aiuta gli adolescenti ad adottare uno stile di vita più sano, in cui essi riducano gradualmente le dosi ed introducano l’attività fisica. Questo programma semplicemente insegna a bilanciare l’assunzione di caloria con il fabbisogno energetico, e di farlo su base permanente, piuttosto che sulla base transitoria che è più tipico della dieta. A questo studio partecipano donne in età collegiale della città di Spriengfield.

La prevenzione dei disturbi alimentari consiste di quattro sessioni settimanali di un’ora in cui le partecipanti criticano l’idea della magrezza sposata dall’ideale nella nostra cultura modaiola ed imparano a sfidare le attuali e future pressioni per essere magre. Il programma ha prodotto inoltre altri importanti risultati, come la riduzione dell’insoddisfazione del proprio corpo e una miglior regolazione dei propri ritmi circadiani.

La speranza è che altre istituzioni e comunità adotteranno il programma per l’attuazione nelle scuole. Se questo programma è svolto bene dai giovani, dovrebbe essere possibile ridurre la prevalenza di questi gravi problemi di salute.

Dato che i disturbi alimentari sono uno dei più comuni problemi affrontati dalle giovani donne e che l’obesità è attualmente accreditato con 111.000 morti l’anno negli Stati Uniti, è di vitale importanza sviluppare programmi di prevenzione per ridurre radicalmente tali condizioni. Almeno sette altre istituzioni hanno iniziato la consegna questi interventi negli Stati Uniti e in altri paesi.

I rsultati di questo studio sono stati pubblicati ad aprile dal Journal of Consulting and Clinical Psychology.

[via ScienceDaily | img Walt Disney Cartoon]

Articoli correlati

Rispondi