Ictus: una nuova prospettiva

jill bolte taylorLa dottoressa Jill Bolte Taylor (classe 1959) è una neuroanatomista di fama mondiale. Insegna all’Indiana University School of Medicine ed è portavoce dell’Hrvard Brain Tissue Resouce Center.

La mattina del 10 Dicembre 1996 venne colpita da una rara forma di Ictus, nota anche come MAV, malformazione artero-venosa che le causò un’emorragia cerebrale.
Questo episodio è stato vissuto dalla dottoressa Taylor, come un incredibile occasione per studiare il funzionamento del cervello da una prospettiva completamente ribaltata.
L’emorragia, premendo sull’emisfero sinistro dell’encefalo, l’aveva privata di quasi tutte le sue funzioni logico razionali, impedendole di distinguere se stessa da tutto ciò che aveva intorno. Questo le permise di sperimentare una percezione della realtà unica, arricchendo la sua già vasta conoscenza accademica, di un esperienza difficilmente ripetibile.

Un delicato intervento chirurgico e sette anni di riabilitazione le hanno consentito di raccontare la sua storia, il 27 Febbraio 2008 alla conferenza annuale TED (Technology, Entertainment, Design) a Monterey, California. L’interesse suscitato in questa occasione le è addirittura valso, da parte di Time Magazine, l’inserimento nella lista delle cento persone più influenti del 2008.

[via wikipedia | drjilltaylor]

Articoli correlati

Rispondi