Medicina rigenerativa per le dita

rigenerazione dito

Quando Lee Spievack si affettò parte del dito qualche anno fa, suo fratello gli inviò subito una polvere da applicarci sopra. In appena 4 settimane il dito è tornato come “nuovo” (nella continuazione la foto del dito).

Il dottor Steven Badylak ha spiegato che la sostanza impiegata su Lee deriva dalla matrice extracellulare dei maiali, costituita da un mix di proteine e tessuti connettivi. Questa polvere è già usata in chirurgia per riparare i tendini, ma che sta dando ottimi risultati nella medicina rigenerativa.
«Questa sostanza dice al corpo semplicemente di iniziare a ricostruire i tessuti» ha detto Badylak.

Nella foto sopra, si vede il dito rigenerato, mentre dopo la continuazione del post si può osservare lo stato in cui si trovava dopo l’incidente.

trauma dito

Badlayk è fermamente convinto che qualsiasi tessuto del nostro corpo abbia le potenzialità di rigenerarsi o rimodellarsi, l’unica cosa è capire come stimolare l’organismo ad attivare questi processi.
Le sostanze derivate dal maiale, appartenenti alla matrice extracellulare, fungono in questo senso da interruttore stimolando il corpo a produrre cellule e a differenziarle in ciò che serve: vasi sanguigni, tessuto nervoso, muscoli e altro ancora.

Gli scienziati stanno ora studiando le potenzialità della matrice extracellulare per far crescere organi per trapianti o meglio ancora ripararli direttamente nel paziente.

Qui il video della BBC.

[via neatorama]

Articoli correlati

4 Risposte a “Medicina rigenerativa per le dita”

  1. elisa scrive:

    ciao volevo sapere ma se questa polvere viene venduta come farmaco oopure è una farmaco ancora sperimentale e se si trova in italia poi volevo sapere altre in formazioni più dettagliate circa questa polvere miracolosa

  2. MedMax scrive:

    Ciao Elisa,
    è un farmaco ancora in via di sperimentazione… ci vorrà ancora qualche anno affinché possa arrivare a “tutti”.

  3. Andrea scrive:

    una volta avevo sentito di una sostanza ottenuta dalle lumache che aveva più o meno le qualità della polvere in questione

  4. Giuseppe Alessandro Valerio scrive:

    Molto interessante. Chissà se potrebbe funzionare anche sule malformazioni. Ampuntando un arto malformato potrebbe ricrescere un arto normale.

Rispondi