Deep Brain Stimulation per i disturbi psichici

medtronic soletraL’idea che la stimolazione cerebrale profonda potrebbe diventare utile nel trattamento di una varietà di disturbi psichici farmacoresistenti non è una novità. Finora utilizzata soprattutto per la cura di disturbi extrapiramidali, cerebellari come atassia e Parkinson. L’American Association of Neurosurgeons (AANS), sta studiando e valutando il punto di stimolazione cerebrale profonda (DBS) utile per il trattamento di gravi depressioni farmacoresistenti e disturbi ossessivo compulsivi (DOC).

Dalla dichiarazione di Medtronic:

I dati rappresentano la più grande e più lunga esperienza clinica con DBS nei disturbi psichiatrici e sono stati raccolti attraverso la ricerca in collaborazione diverse istituzioni ed associazioni. Tutti gli studi presentati utilizzano il sistema di Medtronic DBS per stimolare un obiettivo all’interno del cervello: capsula interna giro postcentrale, che è un nodo centrale nei circuiti neurali che regolano l’umore e ansia.

I dati presentati su 43 pazienti sono il risultato di più di 10 anni di lavoro. Questi dati rappresentano il più grande numero e la più lunga di valutazione in pazienti con disturbi psichiatrici che sono stati sottoposti ad impianto DBS, con follow-up molto lungo: Il Dr Rezai, che ha rappresentato il gruppo di lavoro internazionale di medici che studiano la DBS come terapia per il trattamento neuropsichiatrico, ha dichiarato: “Mentre nei DOC e nelle sindromi depressive il trattamento con la DBS richiede ulteriori valutazioni cliniche, l’esperienza finora acquisita è incoraggiante e indica che la DBS può aiutare disabilità gravi e pazienti sofferenti che hanno esaurito altre opzioni di trattamento”.

[via medgadget]

Articoli correlati

Rispondi