Cellule staminali multipotenti dal sangue mestruale

Nel nuovo numero di Cell Transplantation uno studio ha dimostrato le potenzialità del sangue mestruale come fonte di cellule staminali stromali con la capacità di differenziarsi in una varietà di linee cellulari.

Il test ha mostrato che le cellule mestruali umane potrebbero differenziarsi in adipogenociti, condrogenociti, osteogenociti, ectodermociti, mesodermociti, cardiogenociti, e linee di cellule neurali. Secondo il pofessor Patel, nel campione cellulare staminale mestruale, in rapida espansione viene mantenuta l’attività telomerasica superiore al 50 per cento rispetto alle cellule staminali embrionali umane da cordone ombelicale e sicuramente meglio di cellule staminali derivata dal midollo osseo. Gli studi hanno dimostrato che le cellule staminali mestruali sono facilmente espandibili con una rilevanza clinica e in grado di esprimere una multipotenzialità, a livello sia di marcatori molecolari che cellulari.

I Ricercatori hanno sottolineato l’importanza dell’abbondanza e della plasticità di queste cellule. Sulla base dei risultati dei loro studi, hanno notato il potenziale rigenerativo nelle fasi di trapianto e nelle terapie per molti diversi organi e tessuti.

[via Eureka | per approfondire]

Articoli correlati

Rispondi