Bisturi per i piedi di zucchero

piede diabeticoProprio l’uso del bisturi, potrebbe evitare ai malati di diabete le temute amputazioni. La clinica della Medizinischen Hochschule di Hannover è stata tra le prime ad impiegare questo trattamento.

La prognosi è nera. Chi conta tra i propri pazienti persone affette da diabete lo sa bene: nel 30%-50% dei casi si registra lo sviluppo di una neuropatia che determina quindi una lesione del tessuto nervoso, comportando grandi sofferenze, come la perdita di sensibilità a mani e piedi e le conseguenti piaghe ed ulcere perennemente da medicare. Esistono pochi rimedi terapeutici alla sindrome del piede diabetico, che in Italia registra 3.000 casi ogni anno, quasi 10 amputazioni al giorno.
E l’orribile prognosi non finisce qui: oltre il 30% delle persone affette da questa grave forma di diabete muore in seguito all’amputazione della gamba.

Questa situazione potrebbe oggi cambiare. Infatti all’Università Johns-Hopkins di Baltimora il Prof. di Chirurgia plastica e Neurochirurgia, Lee Dellon, ha sviluppato un nuovo trattamento. Il trattamento prevede un operazione sui nervi della gamba, agendo contemporaneamente sul piede, sul polpaccio e sul tunnel tarsale.

Presupposto per l’operazione è la presenza di una compressione nervosa alla mano o alla gamba che sia causa di una neuropatia, nonché un’adeguata presenza di glucosio nel sangue e insufficiente circolazione sanguigna nella gamba.

La dimensione della neuropatia viene misurata grazie ad un apposito apparecchio in grado di produrre rilevazioni ad alta sensibilità. L’operazione è, insomma, l’ultima risorsa per evitare l’ampuazione. Una scelta che a lungo è stata accantonata e che ora sembra convincere i medici. Ed effettivamente il bisturi di Dellons sembra avere alleviato il dolore di molte persone affette da questa sindrome e di aver consentito loro anche di riacquisire la sensibilità articolare. Grazie a questa tecnica è sia possibile evitare le amputazioni che l’insorgenza di ulcere.

Fino ad ora sono stati operati, solo negli Stati uniti, olre 1000 pazienti, nell’80% dei casi dolori prima insopportabili sono migliorati, è ritornata la sensibilità, non vi è stata ulcera né è stato necessario amputare l’arto. L’operazione chirurgica sul tessuto nervoso può mitigare il dolore ed impedire che sia necessario ricorrere ad operazioni amputative del piede nei soggetti diabetici offrendo così una nuova terapia per la cura delle lesioni nervose da diabete mellito.

Salve poche eccezioni, è ancora predominante l’opinione per cui una lesione nervosa dovuta al diabete possa certo essere rallentata per mezzo di medicinali, ma anche grazie alla presenza di zuccheri nel sangue. E’ soprattutto intorno ad alcune sporgenze anatomiche particolari che il diabete può portare ad una lesione nervosa. Ed in tali casi è opportuno il ricorso al trattamento.

Stando quindi a questa notizia mi aspetterò nei prossimi mesi una riduzione nelle liste dei miei pazienti diabetici che vengono mandati dai diabetologi a fare l’elettromiografia annuale di controllo.

[via DocCheck]

Articoli correlati

Una risposta a “Bisturi per i piedi di zucchero”

  1. rampolla manfredi scrive:

    desidererei essere informato con piu cura circa questo argomento e se viene praticato anche in italia. grazie.

Rispondi