Torna l’incubo zanzare

zanzara tigre

Con l’arrivo dell’estate torna il problema delle punture di zanzara. Fastidiosissime e a volte pericolose le zanzare sono capaci di rovinarci intere notti, oltre che alle giornate all’aria aperta.



La zanzara comune, Culex Pipiens, in genere punge dal tramonto all’alba, anche se generalmente le sue punture non costituiscono un rilevante problema di salute, esistono una serie di gravi patologie trasmesse da alcune specie, come la malaria e la febbre gialla.

Molto più problematica è la zanzare tigre (Aedes Albopictus), importata nel mondo occidentale dall’Asia, dove evidentemente ha trovato una nicchia adatta alla propria diffusione. La zanzara tigre si è diffusa negli ultimi vent’anni abbondantemente sia negli Stati Uniti che in Europa, arrivando a costituire un serio motivo di preoccupazione sanitaria e ambientale.
Aedes Albopictus è capace di superare stagioni invernali anche molto rigide, è molto aggressiva, punge di giorno, specialmente dalle 9 alle 11 e dalle 15 alle 19 ed è attiva da aprile-maggio a novembre. Questo tipo di zanzara può essere vettore di diverse malattie virali, in particolare quelle causate da arbovirus, tra cui la dengue, la febbre gialla e alcune encefaliti nelle zone tropicali e in numerose zone dell’Asia.

In caso di punture può essere utile applicare del ghiaccio per ridurre l’infiammazione e, se il gonfiore e il prurito infastidiscono molto, risulta di notevole sollievo applicare sulla zona della puntura una pomata a base di idrocortisone.

I rimedi contro le zanzare in commercio sono molteplici: insetticidi, dispositivi antizanzare, etc., ma il loro utilizzo non coscienzioso può risultare pericoloso per la nostra salute. Ad esempio, soprattutto quando ci sono bambini in casa, la protezione degli ambienti può essere ottenuta disponendo su porte e finestre le classiche zanzariere. Spray e diffusori elettrici da interni sono molto efficaci, ma spesso sono tossici anche per l’uomo (aerare l’ambiente dopo l’uso).

Per proteggere gli ambienti esterni è stato brevettato Mosquito Magnet: simulando il respiro umano, convertendo cataliticamente il propano in anidride carbonica, attira le zanzare e poi le aspira senza scampo, eliminando definitivamente questi fastidiosi insetti.

[foto smccann | maggiori informazioni]

Articoli correlati

Rispondi