Ricrescita arto amputato

salamandra ricrescita braccio arto

Partendo dalla considerazione che rettili come le salamandre sono in grado di far ricrescere i loro arti in caso di amputazione, molti scienziati hanno dedicato e dedicano tuttora allo studio alla ricerca forse utopica di trasferire questa capacità anche agli uomini.

Studi di qualche anno fa del professor Susan V. Bryant persso l’University of California, hanno dimostrato che le cellule nel blastema, struttura dell’embrione da cui si originano gli organi e i tessuti, sono equivalenti alle cellule di tipo embrionale che nella salamandra rigenerano gli arti.

Questa scoperta ha suggerito che la ricostruzione dell’arto da parte delle cellule consiste essenzialmente nello stesso processo avvenuto in precedenza durante lo sviluppo dell’animale.
Insomma si è osservato lo stesso programma genetico coinvolto in entrambe le situazioni e siccome anche gli esseri umani sviluppano gli arti nello stadio embrionale in linea di principio dovremmo già avere il sistema necessario per rigenerare da adulti un arto, basterebbe solo capire come indurre nell’organismo tale fenomeno.

L’autorigenerazione degli arti al momento ovviamente non è ancora possibile, ciò non toglie che la ricerca potrà un giorno indurre, in caso di amputazioni, gli arti a rigenerarsi.

Articoli correlati

2 Risposte a “Ricrescita arto amputato”

  1. Luca S. scrive:

    speriamo presto…

  2. eugenia scrive:

    la salamandra non è un rettile ma batrace!!!!

Rispondi