Il dolore molecolare nella fibromialgia

recettore acetilcolinaIl dolore nella fibromialgia è legato ai cambiamenti di una molecola cerebrale.
E diminuisce la quantità di neurotrasmettitore glutammato sono legati alla riduzione del dolore e self-report pazienti fibromialgia

Ann Arbor, MI – Ricercatore presso l’Università del Michigan Health System ha trovato una chiave di collegamento tra il dolore e di una molecola specifica del cervello, una scoperta che dona nuova lungimiranza di fibromialgia, uno spesso sconcertante condizione di dolore cronico.

Nei pazienti con fibromialgia, i ricercatori trovato, il dolore è diminuito quando i livelli del cervello molecola chiamata glutammato è andato giù. I risultati di questo studio, che appare nella rivista Artrite e reumatismi, potrebbe essere utile per i ricercatori in cerca di nuovi farmaci per il trattamento della fibromialgia, che, dicono gli autori.

“Se questi risultati sono replicati, gli investigatori eseguire sperimentazioni cliniche di trattamento e la fibromialgia potrebbe potenzialmente utilizzare glutammato come un ‘surrogato’ marcatore della malattia di risposta”, spiega portare autore Richard E. Harris, Ph.D., professore assistente di ricerca e la Divisione di Reumatologia Presso l’UM Medical School’s Dipartimento di Medicina Interna e ricercatore presso l’UM dolore e fatica cronica Research Center.

La molecola è un neurotrasmettitore glutammato, il che significa che veicola informazioni tra neuroni e il sistema nervoso. Quando glutammato viene rilasciato da un neurone, si diffonde in tutto lo spazio tra le cellule, e quindi si lega ai recettori presenti sulla prossima neurone in linea cause e la cella a diventare eccitati, o per essere più attivi.

Questa molecola è stata sospettata di svolgere un ruolo nella fibromialgia perché studi precedenti avevano dimostrato che alcune regioni cerebrali in pazienti con fibromialgia sembrano essere molto eccitate. Una di queste è la regione insula.

glutammato risonanza magnetica funzionale

In risonanza magnetica funzionale (fMRI), gli studi, i ricercatori a UM aveva precedentemente dimostrato che l’insula visualizza aumentata attività e la fibromialgia, il che significa che i neuroni in questi pazienti sono più attivi in questa parte del cervello. Il team ipotizza UM, Harris note, che più attività tra questi neuroni potrebbe essere correlato al livello di glutammato in questa regione.

Per valutare il legame tra il dolore e il glutammato, i ricercatori hanno utilizzato un non-invasiva di imaging cerebrale techinique chiamato spettroscopia di risonanza magnetica protonica (H-MRS). H-IAS è stata eseguita una volta prima e una volta in seguito ad un corso di quattro settimane di agopuntura o “finta” agopuntura.

Ricercatori hanno utilizzato una finta agopuntura o agopuntura per ridurre i sintomi del dolore. La procedura sham coinvolte utilizzando un forte dispositivo di cazzo la pelle, al fine di mimare l’agopuntura reali sensazioni.

In seguito le quattro settimane di trattamento, sia clinica e sperimentale dolore riferito sono stati ridotti in maniera significativa. Più importante è la riduzione del dolore in entrambi i risultati è stato collegato con riduzioni dei livelli di glutammato nel insula: i pazienti con una maggiore riduzione del dolore ha mostrato una maggiore riduzione dei glutammato. Ciò suggerisce che il glutammato può giocare un ruolo in questa malattia, e che potrebbe potenzialmente essere utilizzato come biomarker di gravità della malattia.

A causa di un esiguo numero di partecipanti a questo studio, ulteriori ricerche dovrebbero essere effettuate per verificare il ruolo del glutammato nella fibromialgia, Harris dice.

[foto wikipedia]

Articoli correlati

2 Risposte a “Il dolore molecolare nella fibromialgia”

  1. Sheyla scrive:

    Salv, io soffro di fibromialgia da almeno 20 anni, ne ho 30, sono pure intollerante ai farmaci e quindi non ho nulla per attenuare, anche per soli pochi momenti, i dolori, ho letto l’articolo, chiedo una cosa alla quale non so se mi si possa dare risposta: come potrei fare per partecipare come paziente ad uno studio simile? saluti

  2. laura scrive:

    sono Laura,soffro di fibromialgia da 12anni anch’io vorrei partecipare alle sperimentazione e studi sulla malattia,ho provato di tutto cure farmacologiche e alternative ma con alti e bassi a seconda del tempo ,dell’umore e dello stress.sarei interessata a patrecipare a studi sperimentali.grazie.

Rispondi