Film per il trasporto di farmaci

film dispositivo organismo farmaci

Ricercatori del MIT hanno sviluppato un nuovo film sottilissimo ricoperto di farmaci per trasportarli in un luogo preciso dell’organismo e nelle quantità prestabilite per colpire un obiettivo specifico.

Il film impiantato nel corpo può essere considerato come una sorta di micro farmacia impiegabile nel trattamento farmacologico del cancro, epilessia, diabete e altre patologie che richiedono un intervento mirato essenzialmente per due motivi: il primo è il trasporto di farmaci in luoghi non accessibili e il secondo è la specificità del sito che permette verosimilmente una diminuzione del dosaggio perché tutto il quantitativo è subito disponibile dove veramente serve.
Il dispositivo dopo essere stato impiantato viene attivato da remoto applicando un piccolo campo elettrico che ne fa rilasciare il farmaco.

Il film è costituito da due strati sottilissimi (in tutto 150nm) di materiali alternati: uno caricato negativamente e uno contenente il farmaco con molecole caricate positivamente. Quando viene applicato un campo elettrico gli strati caricati negativamente perdono il loro potenziale che causa una degradazione del film liberando un certo quantitativo -impostabile variando il potenziale elettrico- di farmaco nell’organismo.

[maggiori informazioni]

Articoli correlati

Rispondi