Lo stetoscopio più avanzato del mondo

stetoscopio elettronico

Per i medici, il modo migliore per auscultare i polmoni di un paziente è quello di usare le orecchie. Chiaramente per fare questo è necessario affidarsi ad uno stetoscopio: questo rende possibile capire, dopo un doveroso allenamento, se i bronchi sono occlusi, se c’è la presenza di asma, e così via.

Se fino ad oggi, a prescindere dalla strumentazione, l’analisi era suscettibile alla capacità del medico, ora arriva in aiuto un nuovo prodotto che in automatico visualizza la trasposizione di ciò che viene sentito allo stetoscopio. Questo modello prevede di usare 42 microfoni ad alta frequenza direttamente poggiati sulla schiena del paziente che si attivano in fase di respirazione e che trasmettono le vibrazioni ad un computer: dopo un’analisi degli input viene visualizzata graficamente la situazione che dovrebbe sentire il dottore.

Muhammad Shibli, esperto e co-direttore del Sleep Disorders Institute al Providence Hospital di Northeast Washington, ha fornito ulteriori studi clinici a suffragio della bontà di questa tecnica. Pur costando oggi ogni apparecchio 35.000$ (circa 24000€), lo sviluppatore (Deep Breeze) ha promesso che produrrà entro l’anno anche una versione relativamente economica, dal costo non superiore ai 10.000$ (circa 6500€).
Piccola nota positiva: in alcuni centri europei questo stetoscopio è già in uso.

[via washingtonpost]

Articoli correlati

Rispondi